Università, ecco i ricchi e i poveri

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

Università, ecco i ricchi e i poveri

Il Fondo di Finanziamento Ordinario per le università ammonta complessivamente quest’anno a più di 7miliardi, da ripartire tra i diversi atenei: lo ha decretato il Miur. Tra le novità di quest’anno sull'FFO volute dal ministro Giannini c’è un cambiamento sulla quota base per ogni ateneo. Finora infatti era sostanzialmente basata sulla spesa degli atenei, ma dal 2014 è determinata per il 20% dal Costo standard di formazione per studente in corso. Ma quali sono state le università che sono riuscite a strappare un bottino più corposo, e quelle che hanno invece avuto di meno? La Sapienza di Roma e l’Alma Mater di Bologna non risultano solo le destinatarie di un fondo più ricco, ma sono state anche le più virtuose. Prendono meno invece alcune piccole università del sud come l’Università del Sannio.

Sei una matricola all'università? Scopri come sopravvivere con i consigli di Skuola.net!


Fonte video Skuola.net

PIU’ SOLDI ALLE GRANDIRoma La Sapienza si aggiudica una buona quota di finanziamento e incasserà quasi 500milioni di euro. Niente male certo, una cifra astronomica. E’ infatti la più alta fra tutte: La Sapienza del resto è anche tra le università più grandi d’Italia, e grandi sono anche le spese. Una buona parte dei fondi spetterà anche all’Alma Mater di Bologna, la seconda più ricca. L’antica università sfiora quota 397milioni di euro di FFO 2014. Terza classificata l’Università di Napoli Federico II. Prenderà infatti quasi 339milioni di euro.

CHI PRENDE DI MENO – L’Università del Sannio è la più povera: la piccola università campana prenderà notevolmente meno delle sorelle più grandi. Si parla di circa 22milioni. Tra le più povere segue l’Università di Teramo, con 26milioni circa. E poi troviamo l’Università di Reggio Calabria, che come fondi dal Ministero riceverà quasi 29milioni.

LE UNIVERSITA’ VIRTUOSE – La quota premio del Fondo valuta per la maggior parte l’indicatore VQR, e poi anche le politiche di reclutamento e quelle per l’internazionalizzazione della didattica. Qual è stato l’ateneo più virtuoso per queste tre voci, che si è accaparrato il premio più corposo? L’Alma Mater di Bologna, che ha accumulato ben 86milioni in premio. Segue La Sapienza di Roma con quasi 77milioni. Ma anche le università di dimensioni minori hanno dimostrato di meritare più soldi per le loro virtù: ad esempio l’Università di Padova, che riceve 63milioni in premio.

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta