Addio tesi di laurea: la proposta di Scienze Politiche a Torino

Redazione
Di Redazione

Molto potrebbe cambiare dal prossimo anno al dipartimento di Culture, Politica e Società dell'Università di Torino: niente più tesi e discussioni di laurea da festeggiare. Infatti, per quanto riguarda il percorso triennale (laurea di primo livello), potrebbe essere addirittura abolito il lavoro finale. La proposta nasce da un problema della formazione delle commissioni per le discussioni di laurea triennale.

La "fuga" dalle commissioni

Spesso i docenti, secondo quanto riportato da La Repubblica edizione Torino, non darebbero la disponibilità a partecipare alle sessioni: per questo a formare le commissioni sono pochi professori, costretti a fare gli "straordinari" per riuscire a smaltire tutte le sedute (spesso, anche dovendo valutare tesi su argomenti al di fuori del proprio ambito). Così, nel Consiglio di dipartimento che si terrà il 18 aprile, si discuterà sul “mantenimento o meno della tesi di laurea triennale”.

Le proposte in campo

Gli studenti dei collettivi hanno lanciato un'assemblea pubblica, precedente alla seduta del 18 aprile, per discutere sulla proposta. In realtà, oltre a quella della cancellazione totale della tesi, ci sono altre due possibilità: "Da un lato c'è un gruppo di professori che pensa si potrebbe eliminare la discussione e lasciare la valutazione della tesi senza un confronto diretto, ma solo sulla base del testo prodotto – racconta una delle rappresentanti degli studenti in dipartimento, Anna Tamburrino – Altri invece ipotizzano di rendere obbligatorie un paio di sessioni di laurea l'anno per ogni docente del dipartimento". L'ultima opzione, tuttavia, non incontra il consenso di gran parte dei docenti.

Gli studenti sono contrari

Ma cosa ne pensano gli studenti? Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, gli universitari vorrebbero mantenere la tesi triennale: "Vogliamo aprire un confronto poiché, sebbene sia innegabile che attualmente la tesi triennale comporta problemi burocratici e tecnici non indifferenti pensiamo resti un momento di formazione importante – continua Tamburrino – I professori dicono che l'esperienza della tesi la potremo fare poi in magistrale visto che molti non si fermano alla prima laurea, ma non è così per tutti. E comunque iniziare ad approcciarsi al lavoro di ricerca e alla collaborazione con un docente è anche un modo per capire se questo tipo di attività è congeniale alle attitudini di ciascuno di noi".
Consigliato per te
Classifica migliori università italiane: ecco quali sono
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta