Addio Pratone, alla Sapienza si studia in tenda

Cristina Montini
Di Cristina Montini

Prato Sapienza, tendone per Facoltà di Giurisprudenza

Ed ecco che sul finire dell’estate, spunta sul più popolare prato della Sapienza un’enorme tensostruttura. È il tendone che copre praticamente quasi tutto il “pratone” e che servirà a ospitare gli studenti di Giurisprudenza in attesa che l’edificio della loro facoltà sia ristrutturato e messo in sicurezza. Ma su Facebook e Twitter gli studenti protestano, rivogliono il loro prato verde.

FUTURI AVVOCATI VAGABONDI - L’Università degli studi “La Sapienza” è una delle più grandi d’Europa e la facoltà di Giurisprudenza una delle più affollate. Per far fronte alla carenza di aule in cui tenere le lezioni, già da tempo la facoltà era ricorsa a soluzioni alternative. I futuri avvocati facevano spesso lezione in alcune aule prese in prestito da Biologia, Fisica e Matematica oltre che nella sede provvisoria del quartiere San Lorenzo. Quest’ultima, però, è stata dichiarata ora inagibile, perché la ristrutturazione era stata fatta troppo frettolosamente e ora bisognerà mettere delle “toppe”.

PRATONE, LUOGO SACRO DEGLI STUDENTI - Per non lasciare a spasso gli studenti, la facoltà di Giurisprudenza si trasferirà, dunque, sotto il tendone in costruzione sul grande prato che, fino a qualche tempo fa, lussureggiava tra gli edifici del Rettorato e quelli delle Segreterie amministrative. Ora è occupato da una tensostruttura che ha fatto andare su tutte le furie gli studenti, perché quel prato era da loro utilizzato come luogo di aggregazione, di studio e di relax.




S.O.S. RESTYLING - D’altronde la sede di Giurisprudenza necessita di un rifacimento profondo. Si parla addirittura di dover rifare le fondamenta dell’edificio, quindi nessuna aula potrà essere utilizzata durante il periodo dei lavori. E un luogo che ospitasse gli studenti “sfollati” si doveva pur trovare. La decisione è caduta su un tendone provvisorio, ma il luogo scelto in cui erigerlo è probabilmente uno dei più infelici: il “Pratone” è storicamente degli studenti e a loro nessuno ha chiesto il permesso di piantarvi un tendone.

LA PROTESTA DEGLI STUDENTI - Sui social network si sta scatenando la polemica: nessuno vuole un tendone sul prato della Sapienza, molti accusano Frati di non avere gestito in modo oculato le risorse, altri paragonano La Sapienza all’Aquila che dopo il terremoto ha visto la costruzione di numerose tendopoli anche per ospitare gli studenti universitari.

Cosa ne pensi? E' possibile fare lezione in tenda all'Università?

Cristina Montini

Commenti
Consigliato per te
Le 10 scuse che anche tu hai inventato per non uscire
Skuola | TV
Open Day Carlo Bo: scopri tutte le novità e gli sbocchi professionali!

Non perdere lo streaming dell'Open Day Carlo Bo dalla sede di Milano. Una mattina dedicata all'offerta formativa e agli sbocchi professionali. Scopri come diventare mediatore linguistico.

18 novembre 2017 ore 09:30

Segui la diretta