Italiani: pizza, spaghetti, mandolino e... mafia

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

la metà dei ragazzi è ancora convinto che ci siano luoghi comuni con i quali inquadrare gli italiani

Per quasi nove giovani su dieci le etichette affibbiate agli italiani all'estero sono ancora una triste realtà. E per qualcuno di loro anche meritata, visto 1 su 3 è convinto che molte di queste etichette ci rispecchino pienamente. Ma non solo “Italia: pizza, spaghetti e mandolino” , a questi sostantivi caratterizzanti 1 su 2 aggiungerebbe anche “mafia”. Come mai ci vedono così fuori dal Bel Paese? Per oltre il 45% dei ragazzi sarebbe a causa del comportamento dei nostri politici. È quanto emerso da un’indagine di Skuola.net e Mario and The City, in onda dal lunedì al venerdì su m2o, dalle 10 alle 12.

IL PAESE DELLE ETICHETTE

- Paese che vai, luogo comune che trovi. Lo sa bene la metà dei ragazzi che è ancora convinto che questa regola valga anche per l’Italia. E se a loro non piace ammetterlo, c’è un’altra parte, circa il 37% che invece è convinta che le etichette che ci hanno appiccicato ci rispecchino pienamente. A non credere più che ci siano persone che ragionino per luoghi comuni è solo il 16% dei ragazzi.

ITALIA: PIZZA, SPAGHETTI E…?

- Ma quali sono questi luoghi comuni sugli italiani che ancora fanno parlare? “Italiani: pizza, spaghetti e mandolino” è il classico che va per la maggiore, anche se la malavita è arrivato ad intaccarlo. Per questo la metà dei giovani aggiungerebbe a questo anche la parola “mafia”. Ad aver abbandonato la visione classica dell’Italia è circa il 1 giovane su 3, ormai convinto che all’estero ci vedano solo come “Berlusconi e bunga bunga”.

DI CHI È LA COLPA

- Forse è proprio a causa di quest’ultima etichetta se oltre il 45% dei giovani è convinto che la colpa di questi luoghi comuni sia da imputare ad una cattiva condotta dei nostri politici. Più responsabile è il 43% dei ragazzi che pensa, invece, che la causa di questa visione dell’Italia all’estero sia solo colpa dei nostri comportamenti, mentre 1 su 10 crede che sia per la malavita che siamo riusciti ad esportare all’estero.

TRA IL SORRISO E LA RABBIA

- I luoghi comuni più divertenti? Ce ne sono diversi per i ragazzi, a partire dalla buona cucina fino ad arrivare al fatto che molti ci vedono come degli ottimi amanti. Da qui il passaggio al “bunga bunga” è breve, ma per tanti fa ancora sorridere. Non la pensano così altri che invece hanno messo questa etichetta tra quelle che più lI fanno innervosire, insieme al fatto che molti all’estero vedono il nostro come il Paese delle Meraviglie e che in tanti ci credono solo degli ignoranti. Ma non solo. Molti sono infastiditi da come molti stranieri credano che siamo solo dei mammoni e altri sono stufi di vedersi appiccicata l’etichetta di mafiosI e inconcludenti.

E tu cosa ne pensi? Ti rispecchi in questi dati?

Serena Rosticci

Luoghi comuni sull'Italia: per 9 su 10 esistono ancora
Aggiorna la pagina se non riesci a vedere l'immagine sottostante

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta