Le sei migliori “patrie” per il tuo stage post-laurea all'estero

Redazione
Di Redazione

Stage post-laurea? Si, il consiglio è proprio quello di uscire dall’Italia. Ecco i paesi con le esperienze lavorative migliori

"stage post laurea estero"
Prima o poi ogni laureando a fine stagione universitaria si chiede:
"E ora... cosa faccio?"
Gli anni spesi per lo studio al fine di ottenere l’agognata laurea si scontrano con il duro mondo del lavoro, che spesso non si trova. Lo stage, per tanti, è il primo passo verso la formazione lavorativa. Il problema però è... dove farlo? Spesso si vorrebbe “osare” , optare per mete da sogno che, magari solo per pigrizia o carenza di informazioni, sono destinate a rimanere semplici aspirazioni. Rischiando così di perdere opportunità di esperienza e formazione con conseguenti rimpianti inevitabili una volta guardato il passato.
Ecco dunque una selezione dei 6 posti migliori dove poter svolgere lo stage suggeriti in base ai dati diffusi da ISFOL, Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori.

1. Spagna


Qualcuno potrebbe pensare che sia fin troppo inflazionata o meta banale a cui tutti guardano per una prima esperienza, ma la Spagna è una delle mete che potrebbe essere considerata da coloro che hanno raggiunto il traguardo della Laurea Magistrale. In questa regione d’Europa sono spesso offerti contratti di almeno 6 mesi con retribuzione garantita.

2. Regno Unito


Il Regno Unito è uno dei principali luoghi al mondo nel quale si può crescere professionalmente. Lo stage, nei paesi anglofoni, è definito sotto il nome di "Internship". Il significato è equivalente, ma c'è una maggiore attenzione per quanto riguarda il lavoro svolto. Una esperienza a metà strada tra uno stage e un progetto di ricerca. Per gli studenti che partecipano a questi progetti, se stranieri, spesso è prevista anche una formazione linguistica, un ‘opportunità da non lasciarsi sfuggire direi!

3. Brasile


Tra i Paesi esteri emergenti e dall’economia in crescita, il Brasile offre una esperienza molto attraente, non solo per il clima e lo stile di vita. Ultimamente, diverse grandi aziende, stanno delocalizzando la loro attività o semplicemente aprendo nuove filiali in America Latina. Un caso è quello di Volvo auto. Gli studenti dopo aver conseguito la laurea possono partire alla volta dell’America del Sud per condurre una formazione nei campi dell’ingegneria meccanica o del marketing.

4. Irlanda


L’Irlanda offre una preziosa possibilità: diventare ambasciatori dell’export di Dublino nel mondo con lavori in scenari internazionali. Accedere a questa iniziativa non è cosi semplice. Intraprendenza ed una certa verve sono le principali doti richieste, inoltre è necessario conoscere bene almeno un’altra lingua, oltre all’inglese.

5. Francia


La Francia è considerata la patria dello stage. In questo Paese la formazioni lavorativa rappresenta un passaggio fondamentale per la crescita degli studenti. Oltre ad essere dei percorsi finalizzati alla crescita professionale, sono anche retribuiti con un salario minimo abbastanza dignitoso. Non solo laurea e pochi mesi di lavoro, ma la possibilità molto alta di trasformare uno stage in un contratto lavorativo più sostanzioso.

6. Usa


Il “mito americano” non è mai tramontato, vista come una sorta di terra promessa o di Eldorado, l’America merita il suo posto nelle classifica dei posti migliori dove svolgere una esperienza lavorativa dopo la laurea. Degna menzione spetta alla World Bank perché ogni anno attiva degli stage retribuiti per gli studenti durante il periodo estivo e invernale. Ovviamente anche per questo stage all’estero è richiesta la conoscenza della lingua inglese, ma , attenzione, non sempre è la chiave di accesso unica! Chi sapesse anche arabo, cinese o francese ha di sicuro qualche chance in più.

Skuola | TV
#Piudiprima: i giovani chiedono, la ministra Bonetti risponde – Skuola.net ft. Angelica Massera

La Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, ‘interrogata’ da Skuola.net e da Angelica Massera, spiega cosa sta facendo la politica per rispondere ai bisogni dei giovani in ambito di Pari Opportunità

10 luglio 2020 ore 10:00

Segui la diretta