Le migliori barzellette sulla scuola!

Ilaria_Roncone
Di Ilaria_Roncone


La scuola, si sa, non fa ridere tanto gli studenti...come renderla più divertente? Ci hanno pensato centinaia di anni di battute, barzellette e aneddoti sulla tanto amata quanto odiata scuola. Quali sono le migliori? Scopriamolo insieme!
Se ci pensate ne conoscerete moltissime anche voi: sui professori rompiscatole, sugli studenti svogliati ma simpatici, sui compiti che non finiscono mai...e sulle interrogazioni??
Anche di barzellette sull'università se ne trovano moltissime.
Bando alle ciance, andiamo a scoprire quali sono venti barzellette sulla scuola che vi faranno sorridere e amare la scuola un po' di più!


Scuola: le migliori barzellette che proprio non potete perdervi


  • "Pierino, dove vivevano gli antichi Galli?"
    "Negli antichi pollai!".

  • La maestra dice a Robertino:
    "Il tuo tema intitolato Il mio cane è uguale a quello di tuo fratello, l'hai copiato?".
    "No maestra", le risponde Robertino "è che abbiamo lo stesso cane!”

  • Un professore di una scuola media è disperato per il comportamento dei suoi alunni e fa loro un discorso:
    "Ora basta! Credevo foste dei ragazzi intelligenti e disciplinati, ma mi sbagliavo! Se c'è qualche sciocco qui dentro, si alzi in piedi!"
    Nessuno si muove. Dopo qualche minuto si alza uno studente e l'insegnante gli chiede:
    "Perché ti sei alzato?".
    Lo studente: "Perché mi dispiaceva vederla lì in piedi da solo professore..."

  • La maestra interroga Pierino in Storia: "Cosa divenne Carlo Alberto quando morì suo padre?".
    E Pierino: "Orfano!"

  • La maestra all’alunno: “Perché hai scritto il tuo tema con una calligrafia così minuscola?”, e lui: “Speravo, signora maestra, che gli errori si vedessero di meno.”

  • La scuola è come la divina commedia:
    L'entrata = l'inferno;
    L'intervallo = il purgatorio;
    L'uscita = il paradiso

  • Un bambino preistorico torna alla caverna con la pagella e la mette sul tavolo. Il padre la prende in mano e leggendola sospira. Poi esclama:
    "Quattro in Italiano lo capisco, è poco che parliamo, sono le prime volte... quattro in Matematica lo capisco: le nostre menti non sono ancora sufficientemente evolute... ma quattro in Storia... sono due cavolate!"

  • La maestra: "Pierino, lo sai che non si può dormire in classe!".
    Pierino le risponde: "Lo so, signora maestra, ma se lei parlasse un po meno si potrebbe!"

  • La maestra: "Bambini, come vorreste che fosse la vostra scuola?".
    Rispondono in coro gli scolari: “Chiusa!!!”

  • Un insegnante di Religione chiede ad un alunno:
    “Dici le preghiere prima di mangiare?”.
    E il ragazzo: “No mia mamma è una brava cuoca!”

  • La maestra all'alunno: “Dimmi il nome di un rettile”.
    E lui: “Un Cobra”.
    La maestra: “Bravo, ed ora dimmi il nome di un altro rettile”.
    E l’alunno: “Un’altro cobra!”

  • Pierino va dalla mamma e dice: “Mamma mamma ho una notizia buona e una cattiva…”.
    La mamma: “Inizia da quella buona allora”
    Pierino: “Allora quella buona è che ho preso dieci in classe!”
    La mamma: “Bravissimo! e quella cattiva?”
    Pierino: “Quella cattiva è che non è vero…”

  • La maestra dà agli alunni un pensierino da fare a casa: devono descrivere una caratteristica dei treni.
    La mattina seguente interroga: "Paolino, tu cosa hai descritto?"
    Paolino: "Ho scritto che il treno ha tanti vagoni e corre sulle rotaie"
    La maestra: "E tu, Giulietta?"
    Giulietta: "Che il treno fischia quando entra in stazione..."
    La maestra: "Invece, tu, Pierino?"
    Pierino: "Io ho scritto che il treno è peloso"
    La maestra: "Come peloso, guarda che ti sbagli, non è possibile!"
    Pierino: "Invece sì, maestra, il mio papà ogni mattina si alza tardi e lo prende sempre per un pelo!

  • La maestra propone un problema alla classe:
    "Ci sono 30 sciatori che devono prendere l'ovovia. Ogni cabina trasporta 6 persone. Quante cabine occuperanno?"
    Un bambino prontamente risponde: "Cinque!"
    La maestra domanda: "E se gli sciatori fossero 35?"
    Il bambino: "Si stringono..."

  • Facoltà di Giurisprudenza: esame di codice di procedura civile.
    Il professore esordisce con una domanda: "Dunque... mi saprebbe dire cos'è la frode?".
    Lo studente: "Una frode è se lei mi boccia!".
    Il prof: "Cooome??!! Come sarebbe a dire?".
    Lo studente: "La frode si ha quando uno approfitta dell'ignoranza altrui e lo si danneggia!"

  • A scuola.
    Tema: la modestia.
    Svolgimento: Un giorno su questo banco, in questa scuola, metteranno una targa di bronzo con il mio nome... La voglio piccola.

  • Pierino: “Signora maestra si può punire uno per una cosa che non ha fatto?”.
    La maestra: “No di certo!”.
    Pierino: “Bene, allora non ho fatto i compiti!”.
Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta