Consigli per fare la spesa in modo intelligente (e risparmiare!)

Redazione
Di Redazione

Come fare una spesa intelligente? Ecco alcuni accorgimenti che concorreranno a farti risparmiare qualche soldo, senza rinunciare alla qualità!

"spesa intelligente"

CONSIGLI SPESA INTELLIGENTE E RISPARMIARE


Sei all'Università, finalmente libero, i tuoi genitori ti stanno aiutando a pagarti una camera in un appartamento di altri fuorisede e, fondamentalmente, stai per iniziare a vivere una splendida avventura. No, non sarà sempre rose e fiori, affatto. Ci saranno litigi con i coinquilini, ci saranno bollette non pagate che faranno si che vi ritroverete con la luce tagliata, ci saranno turni di pulizie peggio che in caserma, ci saranno gli esami. Non ci sarà solo questo, ovviamente, ma questo breve elenco è solo una parte di tutte quelle nuove responsabilità che concorreranno a renderti una perfetta donnina di casa (o omino di casa). C'è una cosa però, che nonostante gli anni, il fuorisede non riesce mai a imparare a fare (al meglio): la spesa. Spenderai troppo per troppe poche cose, comprerai cose che poi rimarranno nel frigo e si sprecheranno, comprerai schifezze solo per il gusto di comprarle, mentre lascerai sugli scaffali le cose utili. Ecco un breve elenco di consigli per tentare di fare la spesa nel modo più corretto e produttivo possibile!

1. Evita i negozi sotto casa


Sono comodi, vero, ma solitamente sono anche molto cari, proprio perchè sono “sotto casa”. Preferisci quindi i supermercati e gli ipermercati, oppure le catene di negozi appositi per comperare i detersivi e i prodotti per la persona, dove le offerte sono sicuramente più vantaggiose. Magari non sarà comodo girare due negozi, ma il risparmio è assicurato.

2. Fai una lista


Quando si va a fare la spesa il più delle volte si esce con l'idea di “Non ho nulla da mangiare, vado a fare la spesa”. Si, ma cosa vogliamo mangiare? Cosa ci serve realmente? Non è bene recarsi al supermercato con idee vaghe, finiresti per comprare cose inutili e lasciare sugli scaffali quelle che ti servono davvero. Ti consiglio, prima di uscire, di sederti davanti al frigo con carta e penna, vedere cosa c'è e cosa manca, e segnare quello che realmente vuoi comprare

3. Organizzati pranzi e cene


Per carità, non siamo in caserma, ma sapere a grandi linee quando si mangerà a casa e quando magari da un amico, quando si ripartirà per “casa” ecc. potrebbe aiutare a fare una spesa intelligente e ad evitare sprechi. Segna su un foglio le cene o i pranzi che sai di non fare a casa, e regolati di conseguenza. Ti consiglio al limite di comprare magari un po' meno cose, e, se eventualmente ti trovassi a casa senza niente di fresco da mangiare, dai fondo alla dispensa e al cibo a lunga scadenza.

4. Creati una dispensa


Creare una dispensa significa comprare una buona quantità di cibi con lunga scadenza, quindi principalmente cibi in scatola (ovvero il principale nutrimento del fuori sede dopo gli apericena), ad esempio: tonno, mais, riso, pasta, passata, fagioli in scatola, piselli, lenticchie, insalate di tonno, olive, acciughe, latte, biscotti secchi ecc. Con quelli non solo potrai avere una buona base da cui partire in caso ti prendesse improvvisamente “l'estro culinario”, ma potrai anche usarla nei casi di cui parlavo prima, quindi ad esempio quando non pianifichi un pasto a casa e ti ritrovi senza niente nel frigo.

5. Fai la spesa senza fame


Anche se può far sorridere, i morsi della fame sono i peggiori nemici della spesa intelligente. Se ti rechi al supermercato con lo stomaco vuoto finirai per mettere nel carrello quelle cose stuzzicanti, buone ma inutili, e soprattutto “veloci da preparare”, quindi cibi pronti, e quindi molto cari. Conclusione: avrai speso molti soldi, avrai poco cibo nel carrello, e ti basterà per meno pasti del previsto.

6. Guarda le offerte


Ebbene si, le buone massaie hanno il tavolo della cucina pieno di volantini delle offerte...e tu stai studiando duramente per diventare una buona massaia/un buon massaio, quindi: raccogli tutti i volantini! Controlla quelli dei supermercati della zona e fai la spesa tatticamente, comprando le cose in offerta, anche se magari non vorresti mangiare proprio quel cibo...soldi risparmiati significa: più shoppin, o più serate alcooliche, a seconda...!

7. Zero fretta


Anche la fretta, oltre che la fame, è una brutta nemica della spesa. Andare al super con i minuti contati significa arraffare i primi cibi che ti capitano sotto mano, non controllare le offerte o i diversi prezzi. Quindi porta pazienza, ritagliati un pochino di tempo e medita bene su come poter risparmiare e ottenere un buon rapporto qualità prezzo.

8. Utilizza le app


Anche la tecnologia ci viene in soccorso, esistono infatti molte app, scaricabili sulle maggiori piattaforme, che ci aiutano nell'annoso problema del “Dove vado a fare la spesa”. Solo per citarne alcune: DoveConviene, PromoQui, Super Risparmio; queste app permettono di visualizzare comodamente sul vostro smartphone i volantini dei principali supermercati e centri commerciali (ma in generale di tutti i negozi che prevedono un volantino cartaceo) vicino alla posizione in cui ci troviamo.

9. Fai la spesa da solo


Se ti rechi con un amico o con il coinquilino finirai per perderti in chiacchiere e, il più delle volte, dimenticare quella cosa importantissima che dovevi comprare, oppure potresti comprare cose che non ti interessano solo perchè le utilizza abitualmente l'amico. Fare la spesa non è un'attività solitaria, per carità, ma se vuoi avere compagnia assicurati che sia di una persona che la pensa come te: salutatevi all'entrata e rivedetevi alle casse!

Skuola | TV
#Piudiprima: i giovani chiedono, la ministra Bonetti risponde – Skuola.net ft. Angelica Massera

La Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, ‘interrogata’ da Skuola.net e da Angelica Massera, spiega cosa sta facendo la politica per rispondere ai bisogni dei giovani in ambito di Pari Opportunità

10 luglio 2020 ore 10:00

Segui la diretta