Rapinati e picchiati: aggressione a due ragazzi gay

manliogrossi
Di manliogrossi

Rapinati e picchiati: aggressione a due ragazzi gay

Hanno prima rivolto loro insulti omofobi, chiesto di consegnare portafogli e cellulari e poi li hanno aggrediti a calci, pugni e bottigliate. Vittime di questo ennesimo atto vergognoso di natura omofoba, tre giovani gay, uno di loro è riuscito a scappare, di Milano.

La vicenda

Stavano uscendo dalla discoteca Borgo del Tempo Perso, nella periferia sud di Milano quando otto giovani, probabilmente nemmeno ventenni e di nazionalità italiana, hanno iniziato ad insultare i tre giovani con frasi omofobe chiedendo loro di consegnarli portafogli e cellulari. Una delle vittime è riuscita scappare, gli altri e due invece, un 19enne e un 21enne sono stati picchiati. Per loro, la rottura del naso e una frattura scomposta alla testa per la quale è stato necessario un intervento chirurgico.

Un attacco omofobo

Come hanno dichiarato i giovani, quella subita è stata un’aggressione omofoba in piena regola. La rapina, secondo la loro testimonianza, solo un pretesto: l’obiettivo della banda era di offenderli e picchiarli. Si è consumato così l’ennesimo atto omofobo, l’ultimo di una lunga catena che non sembra avere fine. Anche questa volta, la ‘colpa’ è quella di essere gay.

Manlio Grossi
Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Come salvare una vita: ecco come fare

Hai mai pensato a quanto potrebbe esserti utile saper fare un massaggio cardiaco? Nella puntata di domani, graize agli utilissimi suggerimenti del Dott. Andrea Scapigliati, ti spiegheremo come fare!

19 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta