Madamina, il catalogo è questo tratta da Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart e Lorenzo da Ponte

Donna Elvira, che è stata sedotta e abbandonata da Don Giovanni e lo sta cercando, innamoratissima, per mare e per terra, finalmente lo incontra e gli chiede una spiegazione del suo inqualificabile comportamento. Ma Don Giovanni la pianta in asso con una scusa e Donna Elvira viene a sapere dal servitore Leporello la terribile verità: Don Giovanni è un inguaribile seduttore, che vive per far innamorare di sé le donne, conquistarle e poi lasciarle subito; le sue “prede” sono sparse in tutto il mondo, e sono di tutti i tipi: belle, brutte, vecchie, giovani, ricche, povere… Donna Elvira ascolta senza fiato Leporello che snocciola con gusto, apparentemente serio ma in realtà divertitissimo, un catalogo infinito.
Sarebbe bene ascoltare questa aria nella versione musicale, per apprezzare pienamente il ritmo indiavolato del catalogo di Leporello e anche per poter gustare le pause in cui il servitore di Don Giovanni si diverte ad accrescere la tensione della povera Donna Elvira. L’analisi di Madamina, il catalogo è questo si incentrerà specialmente sul ritmo e sulla rima, un altro elemento fondamentale della poesia occidentale moderna.

Wolfgang Amadeus Mozart nato a Salisburgo, è uno dei più grandi compositori che siano mai esistiti. Ha creato la sua musica in un periodo ricco e complesso, nel quale si sovrappongono elementi illuministici e tensioni preromantiche. Nonostante sia morto giovanissimo, ha composto musiche di ogni tipo, dal concerto alla sonata alla musica da camera all’opera lirica, in grandissima quantità e di somma qualità. Si tratta di una musica ricca e varia, ma la costante è che sempre, anche nelle composizioni più drammatiche, sono presenti armonia e gioia di vivere. Tre delle opere principali, cioè Le nozze di Figaro, Così fan tutte e Don Giovanni, sono state scritte in italiano con la collaborazione di Lorenzo Da Ponte. Con Die Zauberflote (il flauto magico) Mozart invece cerò la prima opera importante in lingua tedesca.
Lorenzo da Ponte l’abate, autore dei libretti in italiano delle opere di Mozart, era un curioso personaggio, metà intellettuale e metà avventuriero, sostenitore di posizioni filosofiche piuttosto trasgressive e molto irregolare anche nella sua vita personale.

Hai bisogno di aiuto in Musica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email