Ominide 1660 punti

LE RADICI DELLA MUSICA

La musica esiste almeno da quando Homo sapiens ha costituito le prime comunità. La produzione di suoni articolati con significati ben precisi che si distaccano da esclamazioni per esempio il dolore, la rabbia o paura è, infatti, legata ad alcune fondamentali come la comunicazione e il linguaggio.
Oggi riteniamo che non sia mai esistita una società umana che non abbia manifestato interesse per il canto, la danza e l'invenzione di strumenti musicali, ma risalire alle origine della musica e alle sue prime espressioni non è facile.
In epoca moderna la nascita della musica è stata collegata ai ipotesi fondate sull'osservazione di fenomeni e sul ragionamento.
Si è pensato che la musica fosse nata come imitazione di versi degli animali oppure come sviluppo dei richiami usati dai nostri antenati per comunicare fra loro a distanza. Alcune ricerche associano le origini della musica alle diverse funzioni che essa ha avuto in tempi molto remoti,collegate alle varie forme del vivere insieme. Queste ricerche, spesso, non pretendono di rispondere alla domanda su come è nata la musica,ma consentono di scoprire importanti informazioni sulla sua storia.

MITI, RELIGIONI E GUERRE
Quasi tutte le società antiche si sono interrogate sulle origini della musica. Molte hanno supposto che il suono avesse un'origine divina e hanno elaborato miti e leggende che spesso collegano la musica alla nascita dell'universo.
I Sumeri, antico popolo della Mesopotamia, ritenevano che la musica fosse legata a Marduk, la divinità buona che aveva dato origine al cosmo. Gli antichi Egizi attribuivano l'origine della musica agli dei, ai quali associavano strumenti specifici nei vari culti religiosi. Nell'antica Grecia si pensò anche che i suoni derivassero dall'esistenza di una musica celeste prodotta dal movimento dei pianeti.

Hai bisogno di aiuto in Musica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove