Ominide 146 punti

Novecento

Contesto:I primi 50 anni del Novecento furono segnati dalla prima e dalla seconda guerra mondiale. Gli anni dopo al primo conflitto si affermarono 2 modelli politici contrapposti:le democrazie parlamentari e le dittature totalitarie. Al termine della Seconda guerra mondiale l'equilibrio politico del pianeta fu determinato da Stati Uniti e Unione Sovietica e tra i due paesi si instaurò un clima di "Guerra fredda". Nel 1989 la caduta del muro di Berlino segnò la fine delle tensioni tra le 2 superpotenze e il crollo del blocco sovietico.
Negli ultimi anni del XX secolo e l'inizio del XXI secolo furono segnati da conflitti in diverse zone del mondo e attentati terroristici che continuano tutt'oggi a minare la sicurezza internazionali. L'invenzione del computer nella seconda metà del Novecento portò l'automazione dei processi produttivi e cambiò il sistema di comunicazioni.
Musica:La crisi spirituale del Novecento condizionò artisti,musicisti e scrittori che manifestarono inquietudine e bisogno di rinnovamento. I musicisti e i pittori abbandonarono le vecchie regole compositive,di forma e prospettiva e andarono alla ricerca di nuove soluzioni.

Impressionismo:Nato nella seconda metà dell'Ottocento a Parigi,fu un movimento che riunì pittori molto famosi come Monet,Degas e Renoir. La loro tecnica rifiutava linee e contorni netti delle figure,privilegiando macchie di colore e giochi di luce.
Quello musicale nacque a Parigi tra il 1890 e il 1920. I musicisti che ne facevano parte si focalizzarono sul timbro,il "colore" degli strumenti. La dinamica non raggiungeva mai il forte,ma andava dal mezzoforte al pianissimo.
Espressionismo:Nato in Germania nei primi anni del Novecento. Voleva dare voce ai sentimenti di angoscia dell'uomo moderno. Le opere pittoriche divennero particolarmente drammatiche e la figura fu deformata per esprimere l'inconscio dell'artista. E lo stesso avvenne in musica:il linguaggio musicale tradizionale come l'armonia, il ritmo e la tonalità furono superati e da questi profondi cambiamenti nacque una musica difficile da capire,ricca di dissonanze con ritmi irregolari e liberi.
I ritmi,che in passato erano regolari e ben scanditi,all'inizio del Novecento divennero imprevedibili e irregolari. Accanto alle soluzioni innovative coesistevano aspetti recuperati dagli stili del passato o appartenenti al repertorio folcloristico.
Negli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento in America nacque una tecnica compositiva,detta "aleatoria",perchè libera da schemi o strutture preordinate:i compositori lasciavano al caso la scelta di alcuni elementi musicali delle loro opere. IL maggior esponente della musica aleatoria fu l'americano John Cage.
MINIMALISMO:Negli anni Settanta l'arte manifestò l'esigenza di una maggior semplicità e immediatezza. In pittura alcuni artisti prediligevano forme semplici ed essenziali.
In America nacque un movimento musicale chiamato Minimalismo
,le cui principali caratteristiche erano la ripetizione continua di poche note e la loro lenta e incessante variazione.
In queste composizioni risulta "minimale" sia il materiale musicale in partenza,sia le variazioni,a volte quasi impercettibili all'ascolto.

Hai bisogno di aiuto in Musica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email