Il mito di Tantalo e Sisifo

Gli antichi Greci rappresentavano gli dei come entità immortali che tutelavano con cura la loro superiorità rispetto agli uomini; gli dei punivano severamente tutti i mortali che insidiavano la suprema distanza delle divinità rivelandone i segreti o ostacolandone i voleri e le imprese. Tantalo e Sisifo ne sono due esempi.

La vicenda di Tantalo:
Il re Tantalo, essendo figlio di Zeus, era stato ammesso ai banchetti che gli dei tenevano nella loro sede sul monte Olimpo a base di ambrosia, il mitico nutrimento riservato agli immortali. Però Tantalo si montò la testa per la tanta fortuna, quindi tradì i segreti divini rubando il cibo degli dei per distribuirlo ai suoi amici mortali. Per questo motivo il colpevole, dopo la sua morte, fu punito da Zeus a essere tormentato dalla fame e dalla sete: è appeso ai rami di un albero da cui pendono frutti che egli non può mangiare, ha i piedi immersi nell'acqua che egli non può bere.

La vicenda di Sisifo:
Sisifo, re di Corinto, attirò su di sé la collera di Zeus perché rivelò al dio-fiume Asopo che sua figlia Egina era stata rapita proprio da Zeus. Il dio, allora, lo colpì con la folgore e lo fece precipitare negli Inferi, dove gli impose un esemplare castigo eterno: sospingere verso la sommità di un monte un enorme masso rotondo che, quando giungeva in prossimità della cima, rotolava di nuovo fino a valle e Sisifo ricominciava la sua fatica.

Ciò che caratterizza questo mito risulta essere il fatto secondo cui in primo piano vi sia il modo in cui si realizza la loro punizione; essa è costituita, per il primo, dai tentativi inutili di raggiungere il nutrimento che pure sembra a portata di mano, per il secondo, dalla disperazione per l'impossibilità di raggiungere la meta di sforzi sovrumani. E' per il significato di questa pena che i due personaggi si sono trasformati in simboli sempre attuali , entrambi collegati alle difficoltà per raggiungere un obiettivo.

Hai bisogno di aiuto in Mitologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email