Ominide 1778 punti

Il mito di Semele e Agave

Cadmo e Armonia avevano quattro figlie: Autonoe, Semele, Inu e Agave. Una di queste, Semele, si unisce con Zeus, lei poi però viene folgorata da Zeus per aver visto la sua immagine divina. Lei era incinta di Dioniso, Zeus, sapendo che era suo figlio, non vuole che lui muoia e decide quindi prenderlo e crescerlo nella sua coscia. Dioniso cresce, diventa una vera e propria divinata e viene adorato dai cittadini, decide allora di istituire i culti in suo onore, i culti dionisiaci, nei quali, di notte sul monte Citerone, delle donne, chiamate menadi, compievano atti di cannibalismo mentre si diceva che erano invasate dal Dio. Agave, sorella di Semele era una di queste menadi, lei sparge voci false sulla sorella, Semele, dicendo che sua sorella si era unita con un mortale, mentre era lei che si era unita con Zeus, avendo come figlio Penteo. Dioniso, figlio di Semele, decide di vendicare sua madre e punire Agave per quello che aveva detto su sua sorella. Fa andare Penteo sul monte Citerone, mentre erano in atto i culti dionisiaci, sua madre e le altre menadi non lo riconoscono, per questo lo sbranano vivo. Questa vendetta fu talmente crudele che venne narrata anche in una tragedia di uno dei principali tragediografi del mondo greco antico: Euripide.

Queste tragedie venivano narrate nei teatri.

Hai bisogno di aiuto in Mitologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email