Ominide 6616 punti

Mitologia greca- Cassandra

Gemella di Eleno, fu una dei diciannove figli generati da Ecuba a Priamo re di Troia, che ne ebbe in tutto cinquanta. Diverse sono le tradizioni secondo le quali le fu attribuito il divino dono della profezia. In base a una di esse, in occasione del genetliaco di suo padre Priamo, durante la festa organizzata nel tempio sacro ad Apollo, Cassandra e il fratellino Eleno si addormentarono in un angolo e li rimasero finché i genitori, dimentichi dei figli per l'ebbrezza provocata dal vino, non li ritrovarono il mattino seguente, mentre i serpenti sacri del tempio stavano loro leccando le orecchie. Un'altra versione del mito, anziché attribuire il dono della profezia al contatto con i serpenti sacri ad Apollo, lo fa derivare dal dio stesso che, apparso in sogno a Cassandra addormentata nel tempio, glielo avrebbe offerto in cambio di una notte d'amore. La fanciulla avrebbe accettato il dono ma, al momento di contraccambiare, avrebbe rifiutato i propri favori al dio; questi, fingendo di accontentarsi di un semplice bacio, le avrebbe sputato in bocca, annullando almeno in parte il beneficio del dono: da quel giorno , infatti, le pur vere profezie di Cassandra non vennero credute da nessuno. Per evitare scandali, quando Cassandra predisse l'inevitabile fine di Troia, Priamo la fece rinchiudere in una torre piramidale della cittadella sotto la sorveglianza di un'ancella che gli doveva riferire tutto quanto sua figlia rivelava.

Hai bisogno di aiuto in Mitologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Cariti/Grazie