Ominide 601 punti

Il Minotauro

- Esordio: Minosse chiese a Poseidone, di mandargli un toro bianco. Allora, egli lo fece uscire dalle onde del mare. Però, Minosse, affascinato dalla sua bellezza decise di non sacrificarlo e per punirlo, Poseidone, fece in modo che Pasifae, sua moglie, s'innamorasse del toro. Così, nacque il Minotauro, un mostro metà uomo e metà toro.
- Peripezie: Minosse lo rinchiuse nel laboratorio di Cnosso, costruito dall'architetto Dedalo. Anche Dedalo, in seguito, vi fu rinchiuso insieme al figlio Icaro. Fuggirono, costruendo delle ali di penne e cera. Però, Icaro, volò troppo vicino al sole, le ali si sciolsero e cadde in quel mare che fu chiamato Icario. La città di Atene, doveva inviare, ogni anno, sette ragazze e sette ragazzi in pasto al Minotauro.
- Spannung: Teseo, figlio di Egeo, voleva uccidere il Minotauro. Arianna, figlia di Minosse, se ne innamorò e lo aiutò ad entrare nel labirinto, dandogli un gomitolo di lana. Lì, Teseo lo uccise e uscì.

- Scioglimento: I due fuggirono e sbarcarono sull'isola di Dia. La mattina seguente, Arianna quando si svegliò, si accorse che Teseo non c'era più. Iniziò a piangere, fino a quando arrivò Dioniso che gli diede una corona d'oro.
- Conclusioni: Teseo proseguì per Atene, ma, nel tragitto si dimenticò di cambiare le vele nere, che indicavano la sconfitta, con quelle bianche che indicavano la vittoria. Così il padre Egeo, vedendo queste vele nere, si buttò in mare, il quale prese il nome di Mar Egeo.

Hai bisogno di aiuto in Mitologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email