Ominide 7039 punti

Mitologia greca- Amazzoni

Queste donne guerriere non furono mai molto fortunate contro i loro nemici, quali, per esempio, Bellerofonte, Eracle e Teseo. Né ebbero miglior sorte quando si allearono con i Troiani perché la loro regina Pentesilea fu uccisa da Achille. Le Amazzoni, provenienti dal Caucaso, si erano stabilite in Cappadocia, sulla costa meridionale del Mar Nero, e costituivano un popolo formato da sole donne che però una volta all’anno si univano agli uomini dei popoli vicini; dei figli nati tenevano solo le femmine, addestrandole fm dall’infanzia alla caccia e alla guerra. Per meglio usare l’arco si sottoponevano alla cauterizzazione del seno destro (infatti, secondo l’etimologia, amazòs singnifica «senza seno») . Bellicose e irrequiete, furono sempre considerate estranee alla civiltà greca. Secondo altre fonti tenevano presso di sé alcuni uomini in condizione di schiavitù e addirittura, per inibire eventuali progetti di ammutinamento, ne storpiavano gli arti al fine di impedir loro l’uso delle armi. Incerta già presso gli antichi è la loro vera origine: secondo i Greci discendevano da Ares e dalla ninfa Armonia; si diceva anche che fossero donne scite separatesi dalla loro gente o fuggite perchè maltrattate dai propri uomini. Probabilmente già presso gli antichi Greci erano ritenuti discendenti delle Amazzoni tutti i popoli che nel mondo all’epoca conosciuto avevano un ordinamento di tipo matriarcale; questo fenomeno trova conferma nel fatto che esse non ebbero mai un’esatta collocazione geografica. Nel culto si trovano naturalmente collegate ad Ares e ad Artemide e, tramite questa, accostate alle divinità infernali, anche perché apportatrici di morte; il culto loro tributato si limitava comunque a qualche onoranza o offerta sulle loro presunte tombe.

Hai bisogno di aiuto in Mitologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email