Ominide 646 punti

Iliade e Odissea a confronto

• Iliade: testo molto lungo, di ampio respiro, registro linguistico elevato.
Termini poco conosciuti, non viene adottato un linguaggio quotidiano. La poesia è scritta in versi per indicare una struttura metrica ben precisa. La poesia epica è molto lunga, la struttura è più complicata, ci sono discorsi diretti lunghissimi, per esaltare i protagonisti (eroi divini e semidivini).
L’epica nasce in diversi contesti storici: i testi epici più antichi sono quelli trovati in Mesopotamia, India, ancora prima dell’epica omerica.
Tuttavia tra tutti questi ritrovamenti furono riscontrate molte somiglianze: poemi nati in un contesto sociale in cui era presente una classe sociale che dominava, che perciò doveva anche giustificare il suo dominio, anche con l’approvazione, il consenso, così da legittimare la loro sovranità davanti al popolo commissionarono ad autori differenti opere con un fine simile. Ci sono gruppi dominanti che si credeva discendessero da eroi antichi.

L’opera di Omero è nata invece come una serie di racconti orali, che si sono formati pian piano nel corso degli anni. Nasce nello stesso periodo in più luoghi, ma viene elaborata da popoli diversi e di conseguenza seppur contemporanee saranno prose totalmente differenti.
Nuclei narrativi preesistenti (Omero – Testimonianze non certificate, non scritte), popoli che tramandavano oralmente vecchie leggende.
• Iliade e Odissea: differenze formali, ci sono alcune imprecisioni, particolari che non combaciano; alcuni sostengono che i due poemi siano stati scritti da due autori differenti. L’autore è vissuto all’incirca tra il IX e IIX secolo a.C. La Guerra di Troia, narrata nell’Iliade, risale al XII secolo a.C.
Storia greca: fase arcaica (periodo miceneo – Micene – società che si basava sulla guerra, più bellicosa di molti altri popoli).
Medioevo ellenico: periodo di crisi, in cui scompare la struttura poetica.
• Odissea: dopo il Medioevo ellenico nasce la civiltà greca che si basava essenzialmente sul commercio, aveva cambiato tecniche di guerra; i Greci sono grandi esploratori e navigatori, tanto che fondano colonie in vari Paesi, come ad esempio in Italia.
Ulisse è il protagonista del poema che, al contrario di Achille nell’Iliade, che agisce dominato da istinti primordiali, invece ricorre sovente a stratagemmi e ai suoi molteplici talenti, infatti per questo viene presentato come uomo dal ‘multiforme ingegno'.

Hai bisogno di aiuto in Epica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità