Tesina sul linguaggio della Bellezza

Tesina maturità sul linguaggio della Bellezza. Collegamenti sul linguaggio della Bellezza: D'Annunzio e estetismo, Oscar Wilde, Venere.

Compra
100% soddisfatti
o rimborsati
  • 61
  • 04-07-2013
E io lo dico a Skuola.net
Tesina sul linguaggio della Bellezza

In questa tesina viene descritto il tema del linguaggio della bellezza.
Tra i vari argomenti che era possibile scegliere per un’ampia discussione, probabilmente pochi sono ambigui e vacui come il tema della Bellezza.
Difficile diventa definire ciò che la Bellezza sia e da cosa essa sia espressa. In parole molto semplici, per bello si intende ciò che è capace di suscitare in noi stessi una sensazione di piacere, o più generalmente una sensazione positiva. Il vero “problema” della questione è che le sensazioni ricevute sono assolutamente soggettive ed è difficile fare della critica. Si cerca comunque si seguire canoni comuni, ma le sensazioni restano comunque diverse di animo in animo. L’uomo ha sempre cercato la perfezione in qualsiasi cosa rendendosi conto che la Bellezza necessita di equilibrio: è infatti la disarmonia a generare nell’animo le sensazioni negative e porta a considerare qualcosa “Brutta” o “Sublime”.
L’obiettivo che mi prefisso all'interno della mia tesina di maturità è quello di dare un’idea di come nel corso del tempo si è svolta la ricerca della bellezza, sia nel linguaggio artistico che in quello della letteratura, che è quasi sempre quello a dare maggiore espressione ai sentimenti dell’uomo.
Ad ogni materia assocerò il modo in cui la bellezza viene espressa, tramite frasi ed immagini, cercando di dare una chiara idea del percorso tematico che ho intrapreso, ma anche della mia personale opinione sul concetto di bellezza, riportando i miei argomenti preferiti nel corso di quest’anno scolastico.
Innanzitutto prenderò in considerazione l’idea di bellezza nella natura, associando al pianeta Venere il significato di bellezza che era stato attribuito all’omonima dea nella cultura romana. Successivamente, andrò a ricerca nella storia dell’arte italiana i canoni di bellezza che sono stati usati da uno dei più grandi scultori dell’ultima metà del Settecento. In seguito, riporterò i concetti fondamentali del pensiero di Nietzsche, ricollegandolo tramite l’idea di Superuomo con D’Annunzio, il quale s’impegnò anch’esso nell’esplicare i suoi principi sulla bellezza. Infine, mi rifarò alla letteratura inglese, in particolare a Oscar Wilde che ha saputo occupare un posto rilevante nel periodo del movimento estetico e per questo motivo ho voluto riprendere delle frasi ritrovate nel famoso libro “Il ritratto di Dorian Gray”, opera dello stesso Wilde, che secondo me danno una giusta spiegazione a cosa sia la bellezza.
Collegamenti
Tesina sul linguaggio della Bellezza

Geografia astronomica
: Venere.
Storia dell'arte: Il canone della bellezza in Antonio Canova.
Italiano: L'estetismo e D'Annunzio.
Inglese: Oscar Wilde.
Registrati via email
In evidenza