Maschere - Tesina

Tesina di maturità per liceo scientifico PNI sulle maschere. Argomenti tesina: Schopenhauer e il velo di Maya, la maschera e Pirandello, Magritte e il surrealismo.

Compra
100% soddisfatti
o rimborsati
  • 28
  • 08-07-2013
E io lo dico a Skuola.net
Introduzione Maschere - Tesina

Per concludere il mio percorso di studi ho scelto di approfondire il tema della maschera all'interno della mia tesina, prendendo spunto dalla raccolta di opere teatrali di Pirandello, Maschere Nude.
Ho scelto questo tema perché credo che la maschera sia un elemento inscindibile dall’esperienza umana e ho deciso di analizzarlo all’interno di questa raccolta, poiché in essa si mette in evidenza la maschera come nascondiglio del nostro vero essere, ma allo stesso tempo come espediente paradossale. La maschera non è solo un trucco teatrale riservato a degli attori che recitano su un palco, ma è il trucco usato da tutti noi in ogni momento della giornata nel relazionarci agli altri. Indossiamo la maschera di studente, di figlio, di madre, di insegnante, di sportivo, di amico. In questo momento sono una studentessa che si sta apprestando a conseguire la maturità. Indossare una maschera non significa essere falsi, ma significa che, fin dal momento in cui nasciamo, abbiamo dei ruoli, alcuni scelti da noi e altri no.
Per far sì che non sia la maschera il centro dell'attenzione deve essere l'attore a caratterizzarla dandole forma, espressione e sostanza. Così nella vita di ogni giorno mi maschero per presentarmi agli altri; ma per non rimanere solo una maschera, solo un'etichetta, devo saper dare spessore a ogni mio comportamento, alla mia voce, alle mie parole, ai miei gesti, ai miei pensieri. La scelta effettuata nella mia tesina di maturità è stata, quindi, determinata da un’esperienza che io sento di vivere quotidianamente.
E' comodo vivere con indosso una maschera che filtra il contatto col mondo. Questo diventa molto rischioso nel momento in cui ci facciamo sopraffare dal ruolo che ci viene assegnato (dalla vita o dalle persone che ci circondano): bisogna avere quindi il coraggio di lanciarsi oltre il confine stabilito che qualcuno ha tracciato ai bordi dell'infinito (Fabrizio De André, Cantico dei drogati) e non essere solo ciò che gli altri vogliono che noi siamo. Bisogna osare, per non rimanere vittime delle proprie maschere. Maschera è un termine complesso, la cui origine è controversa. Nel medioevo masca significava strega e da questo significato derivò successivamente quello di fantasma. Da masca si arrivò poi a mascara (facendo un confronto con l'attuale mondo del make-up, si avvicina alla sfera del trucco, della copertura, quindi della maschera), dallo spagnolo càscara che, tra le altre cose, significa buccia di cipolla e ciò fa pensare agli strati e, ancora una volta, a qualcosa che sta sopra ad un'altra cosa coprendola e quindi ad una maschera. Persona, dal greco pròsopon, significa proprio maschera. E' dalle parole, dalla loro origine e dalla loro formazione che possiamo arrivare a capire il senso ultimo delle cose. Al centro del pensiero e dell'arte pirandelliana sta proprio l'uomo, la persona che, non a caso, prende il nome dalla maschera.
Collegamenti
Maschere - Tesina

Italiano - Luigi Pirandello e il tema della maschera.
Filosofia - Schopenhauer e il Velo Di Maya.
Storia - Il doppiovolto di Giolitti.
Storia Dell'Arte - Magritte e il Surrealismo.
Inglese - Beckett e il Teatro Dell'Assurdo.
Geografia astronomica - Il paradosso di Olbers.
Matematica - Il paradosso di Achille e la tartaruga, Il paradosso del Grand Hotel , Il paradosso di Protagora.
Registrati via email

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza