Cerchio, tesina

Tesina maturità liceo scientifico sul cerchio. Tesina maturità argomenti: Legge di Biot-Savart, integrale definito, Le Corbusier, forma e dimensioni della Terra, Il Ciclo dei Vinti, Verga.

Compra
100% soddisfatti
o rimborsati
  • 3
  • 13-07-2014
E io lo dico a Skuola.net

Introduzione Cerchio, tesina


Questa tesina descrive la figura del cerchio. Il termine “geometria” deriva dall’unione delle due parole greche “Ge” (Terra) e “metrein” (misurare). Erodoto ritiene che la geometria sia nata presso gli Egizi per la necessità che essi avevano di ripristinare i confini delle terre cancellati regolarmente dalle inondazioni del Nilo; anche i Babilonesi ebbero conoscenze di geometria. Tali conoscenze, nelle antiche civiltà, avevano scopi puramente pratici.
Fu in Grecia che, a partire da Talete di Mileto e Pitagora di Samo, la matematica subì un’evoluzione che le conferì una vera dignità scientifica. In seguito il pensiero greco fu sintetizzato da Euclide nel trattato chiamato gli “Elementi”; quest’opera non contiene scoperte particolari ma segna la nascita della geometria come scienza autonoma. Un posto a parte spetta ad Archimede, il quale affrontò il problema della rettificazione della circonferenza, dimostrò che π è un numero decimale con infinite cifre ed assegnò una legge per calcolarlo; inoltre egli fu precursore del calcolo integrale duemila anni prima che Newton e Liebniz giungessero all’elaborazione del calcolo infinitesimale.
Contemporanei di Archimede furono Apollonio ed Eratostene. Apollonio di Perga fu il primo a trattare della teoria delle coniche successivamente elaborata da Cartesio e Fermat.
L’opera di Eratostene di Cirene, invece, fu quella di geodeta piuttosto che di matematico: riuscì a calcolare con ottima approssimazione la lunghezza della circonferenza terrestre con un errore di poche centinaia di metri rispetto alle attuali misure compiute con i satelliti artificiali.
Il III secolo a.C. è detto il “secolo d’oro” della geometria per gli apporti di Euclide, Archimede ed Apollonio, anche se con il passare del tempo gli studi matematici si rivolsero più che altro alle applicazioni pratiche. Successivamente, durante gran parte del Medioevo il livello della matematica nel mondo arabo fu più alto che altrove, mentre dal Rinascimento al XVIII secolo l’attività matematica ebbe successivamente centri diversi: Germania, Italia, Francia, Paesi Bassi e Inghilterra. La Svizzera divenne patria adottiva dei quattro matematici della famiglia Bernoulli e di Eulero; quest’ultimo utilizzò un linguaggio ed una notazione che per molti aspetti corrispondono a quelli odierni (l’uso del simbolo e, l’uso della lettera greca π, il simbolo i per indicare ). Nei secoli successivi si sviluppò la geometria proiettiva e diversi tipi di geometria non euclidea. La tesina di maturità permette anche vari collegamenti interdisciplinari.

Collegamenti

Cerchio, tesina


Fisica - Legge di Biot-Savart.
Matematica - Integrale definito.
Italiano - Canto XXXIII della Divina Commedia.
Storia dell'arte - Le Corbusier.
Scienze - Forma e dimensioni della Terra.
Filosofia - Marx.
Storia - La crisi del '29.
Italiano - Il Ciclo dei Vinti, Verga.
Inglese - Waiting for Godot, Beckett.
Latino - De Magia, Apuleio.
Registrati via email

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza