Genius 32296 punti

Lo zero nell'addizione

Consideriamo i seguenti esempi:
21 +0 = 21 e O + 21 = 21
a +0=a e 0+a=a
Definizione: in un'addizione, se uno dei due addendi è zero la somma è uguale all'altro addendo. Per questo lo zero è detto l'elemento neutro dell'addizione.

Il linguaggio della matematica

Elemento neutro: «neutro» significa privo di caratteristiche, di nessun valore particolare. L'elemento neutro è infatti quello che non modifica gli altri termini di un'operazione

L'addizione in forma grafica

La somma di due numeri si può calcolare anche graficamente, utilizzando la semiretta dei numeri: si parte dal primo numero e ci si sposta sulla retta verso destra di tante unità 0 1 2 ("tanti passi") quanti ne indica il secondo. Il numero corrispondente sulla retta è la somma dei due numeri (in figura ).

Le coppie additive

Definizione: per coppia additiva di un numero intero si intendono due addendi interi x e y, la cui somma è uguale al numero considerato:
x + y = n considerato.
Ogni numero - ad eccezione dello zero - ha più di una coppia additiva.
Ad esempio, le coppie additive del numero 8 sono:
(0, 8) ; (1, 7); (2, 6) ; (3, 5); (4, 4) ; (5, 3); (6, 2) ; (7, 1); (8, 0).
Le coppie additive si possono rappresentare mediante un grafico cartesiano, collocando sull'asse x i primi addendi e su quello y i secondi e tracciando il segmento che unisce i punti Al di cui le coppie forniscono le coordinate. Tale segmento costituisce l'immagine delle coppie additive.
Hai bisogno di aiuto in Algebra per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email