S4161 di S4161
Ominide 1103 punti

Capitolo VIII

Il piano per il ''matrimonio per sorpresa'' sta per realizzarsi. Perpetua viene allontanata da Agnese, che per distoglierla dall'arrivo dei due futuri sposi, le parla di alcune false maldicenze che girano sul suo conto, così che Renzo e Lucia possano salire in casa del curato.
Tonio e il fratello entrano nella stanza dove si trova don Abbondio seguiti da Renzo e Lucia. Il curato non capisce costa stia accadendo ma subito realizza che é una trappola quando Renzo pronuncia l'intera formula e blocca Lucia volontariamente, per evitare che faccia lo stesso. Don Abbondio comincia a gridare aiuto correndo alla finestra e attirando l'attenzione del secrestano Ambrogio, che lo soccorre facendo suonare le campane, il quale suono giunge fino ad Agnese e Perpetua e alla casetta di Lucia dove vi sono il Griso con I suoi bravi. Il Griso, travestito da pellegrino, intanto guida ancora la spedizione per rapire Lucia. D'un tratto lo Raggiunge Menico convinto di trovare le due donne per comunicargli un messaggio di Fra Cristoforo ma viene afferrato dai bravi che lo lasciano soltanto perché spaventati dal suono delle campane. Nel frattempo Perpetua corre da Don Abbondio sentendo le grida. Agnese e gli altri vanno via e lungo la strada incontrano Menico che comunica loro il messaggio di recarsi al convento. La gente del paese accorre ma il curato li manda via poiché teme eventuali ritorsioni da parte di Don Rodrigo. Il mattino seguente Renzo, Lucia e Agnese si incontrano con Padre Cristoforo, che esorta Lucia e la madre a recarsi a Monza mentre Renzo a Milano. I tre attraversano l'Adda su una barca, dove Lucia dice addio al suo paese.

Hai bisogno di aiuto in Riassunti Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email