S4161 di S4161
Ominide 1103 punti

Capitolo XVI


Renzo, dopo essersi liberato dalle manette, decide di lasciare Milano e recarsi a Bergamo dal cugino Bortolo,che lo avrebbe sicuramente accolto e dunque di non farsi più ospitare in un convento di Milano. Lungo la strada, per orientarsi, chiedi indicazioni a dei passanti che gli ispirano fiducia. Nella città a lui sconosciuta è più cauto e sbaglia più volte strada pur di non chiedere altre informazioni. Camminando, ignaro della strada da percorrere, ripensa a quanto accaduto il giorno prima. Incontra un viandante, che gli indica una strada, che decide di evitare per non farsi trovare, tuttavia, non vuole perdere altro tempo. Si trova per caso in una casuccia solitaria dove, dall'anziana proprietaria, ottiene le indicazioni per Gorgonzola, paese vicino l'Adda, proprio sul confine della Repubblica Veneta. Volendo oltrepassare il fiume si ferma in un'osteria dove con cautela sfugge alle domande di uomini curiosi sulla situazione a Milano. Un mercante giunge raccontando gli avvenimenti accaduti a Milano ma, essendo un uomo metodico e amante dei disordini, racconta ogni avvenimento secondo il suo personale punto di vista e tra queste storie ne esce l'immagine negativa che Renzo si era creato. Il ragazzo spaventato di ritornare ancora una volta nelle mani degli sbirri, paga e si avvia per l'Adda affidandosi alla Provvidenza.
Hai bisogno di aiuto in Riassunti Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email