S4161 di S4161
Ominide 1103 punti

Capitolo XIV


Il vicario e Ferrer si allontanano dalla folla inferocita, che si disperde. Si creano diversi gruppetti che commentano gli avvenimenti della giornata e si organizzano per il giorno seguente. Renzo si avvicina a degli sconosciuti che discutono tra loro. Prende parola manifestando la sua fiducia nelle leggi e aggiunge le sue considerazioni, che vengono ben accettate dai presenti. Il ragazzo chiede se qualcuno conosce e puoi indicargli un'osteria. Tra gli ascoltatori un ufficiale si fa avanti per arrestare Renzo ma per farlo gli mente dicendogli di volerlo accompagnare. Tenta in tutti i modi di portare con sé Renzo, ma il ragazzo decide di fermarsi nell'Osteria della Luna Piena, a cui vanno incontro lungo la strada. Giunti lì, l'oste riconosce l'ufficiale e tenta di far rispettare le norme per chi deve pernottare nella locanda. Il giovane, ubriaco, non svela il suo nome per non essere scoperto da don Rodrigo ma blatera sulle grida. L'ufficiale, Ambrogio Fusella, coglie l'occasione per scoprire la sua identità. Fusella va via una volta ottenuto ciò che vuole lasciando Renzo in stato confusionale, che diventa subito lo zimbello della gente in osteria. Il poco buon senso rimastogli gli consente di non nominare gli altri, tra cui Lucia. Dopo aver divertito tutti i presenti con i suoi buffi e sciocchi atteggiamenti, Renzo cade in un sonno profondo.
Hai bisogno di aiuto in Riassunti Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email