Ominide 42 punti

Fra Cristoforo nella sua giovinezza si chiamava Lodovico ed era figlio di un mercante arricchito che decise di vivere di rendita, nascondendo però il suo passato perché si vergognava di esso. Lodovico fin da subito viene educato come un nobile.
I due presentano fin da subito una uguaglianza, vogliono essere nobili e nascondere il proprio passato. Però secondo quello che ho capito leggendo il testo il padre di Lodovico veniva bene o male accolto dagli aristocratici, mentre alla morte del padre Lodovico viene escluso.
Tutti e due i personaggi nel corso della loro vita hanno avuto un fatto importante che l’ha cambiata completamente: per uno è l’arricchirsi e passare dal fare il mercante a fare il benestante; per l’altro è l’uccisione di un nobile per un diverbio sulla precedenza e passare dal competere con i nobili che non lo accettano al diventare frate e aiutare gli oppressi da questi nobili.
Entrambi erano due personaggi che non perdonavano (prima della conversione di Lodovico), abbastanza violenti e aggressivi: durante un banchetto un convitato si lascia sfuggire la frase "fo l'orecchio del mercante" e ciò è sufficiente a spezzare l'allegria e a far sì che il commensale non riceva più invito alla tavola del padrone di casa, il quale odiava che gli venissero ricordate le sue origini; mentre l’episodio più eclatante della violenza di Lodovico è quello già citato prima quando ricorre alle armi per risolvere il diverbio con il nobile. Però dopo essere diventato fra Cristoforo, penso che Lodovico capisca che il perdono sia una cosa importate; infatti lui si reca poco tempo dopo alla casa del fratello del nobile ucciso per chiedere perdono.

Hai bisogno di aiuto in Personaggi Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email