Tutor 40686 punti

descrizione delle principali disavventure del Riccetto da Ragazzi di vita di Pasolini

Disavventure del Riccetto


Il Riccetto è uno dei personaggi principali del romanzo di Pier Paolo Pasolini, Ragazzi di vita. Egli è un ragazzo molto furbo che fa di tutto per potere migliorare la sua condizione sociale. Il giovane si fa insegnare da un napoletano un tipico gioco di carte, ma non comprende bene le regole di questo.
Nel corso del secondo capitolo viene analizzata l'evoluzione psicologica del personaggio che nel giro di due anni è diventato un uomo ancora più furbo, soprattutto dopo essersi arricchito; questa furbizia però non è totale, infatti il Riccetto mostra anche lui di avere dei punti deboli. Un giorno infatti va con i suoi amici presso la spiaggia di Ostia con l'intenzione di avere un incontro amoroso con una prostituta, Nadia, nei pressi di un capanno, ma la donna è più furba di lui e gli ruba i soldi.

Contemporaneamente a questo evento una tragedia si imbatte sul ragazzo: crolla il palazzo delle Scuole dove si trova anche la casa in cui abita il Riccetto in compagnia della mamma, la quale muore sotto le macerie del palazzo. Anche il suo amico Marcello rimane ferito a causa dell'incidente; quest'ultimo si trova ricoverato in ospedale e ha riportato la frattura di due costole che hanno leso anche gli organi interni del suo corpo. Per Marcello non c'è nulla da fare, infatti il giovane muore dopo essere stato curato amorevolmente da sua madre che è in lacrime e dai suoi amici.

Le disavventure del Riccetto sono presenti un po' in tutti i capitoli di Ragazzi di vita: ad esempio nel terzo capitolo, nel tentativo di vendere poltrone, lui ed un suo amico trascorrono la notte presso Villa Borghese e vengono varie volte derubati. Nel capitolo quinto continuano le disavventure del giovane, il quale per esempio nel tentativo di acquistare un anello per la sua fidanzata tenta di rubare dei ferri vecchi, senza però avere dei buoni risultati. La beffa più grande per il giovane si verifica quando verrà arrestato per un reato che non ha commesso e che gli costerà ben tre anni di prigione. Seguiranno nel corso del romanzo tutta un'altra serie di disavventure che coinvolgeranno sempre il Riccetto in prima persona.

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Le lettere del sabato - Irene Dische