Goose97 di Goose97
Ominide 17 punti
Questo appunto contiene un allegato
Balzac, Honoré - La piccola sarta cinese scaricato 1 volte

Il capitolo inizia nel villaggio in cui il narratore e Luo sono stati mandati per la rieducazione. Qui il capo villaggio dopo aver attentamente ispezionato quello strano oggetto dei due ragazzi di città (un violino), e dopo che Luo l’aveva convinto ad ascoltare una canzone di Mozart dedicata al presidente Mao, si compiace della buona musica. - La narrazione in questa parte è una narrazione diretta che entra subito, di colpo, nella storia, senza introduzioni - Viene, subito dopo, spiegato cos’era la rieducazione, quel “processo” che gli intellettuali dovevano subire per essere rieducati all’ignoranza ed all’obbedienza assoluta. I due protagonisti erano andati solo alle scuole medie durante il periodo in cui erano stati banditi tutti i libri, ed introdotti solo manuali sulla cultura agricola ed il Libretto Rosso di Mao , quindi era difficile secondo loro reputarli intellettuali. I due ragazzi però sono figli di dottori: Luo di un dentista che diceva di aver rifatti i denti al presidente Mao, a sua moglie ed a Chiang Kai-Shek, mentre il narratore è figlio di uno pneumologo e di una parassitologa. Per questo motivo erano considerati nemici dello stato. Il padre di Luo addirittura viene pubblicamente accusato dei suoi crimini. Gli viene messa una enorme lastra di cemento al collo con un fil di ferro che gli entrava nella carne, sulla quale erano scritti il suo nome ed il suo crimine, reazionario.

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email