Ominide 600 punti

La Metamorfosi di Kafka

Personaggi:



    Gregor Samsa: protagonista. Unico che porta i soldi a casa, è molto felice di potersi occupare della famiglia destinando loro tutti i soldi del lavoro ma è distrutto dagli oneri di quest’ultimo. Molto protettivo nei confronti della sorella
    Grete Samsa: sorella minore del protagonista, molto giovane, molto legata al fratello, appassionata di violino, suo fratello ha messo da parte i soldi per mandarla al conservatorio ma lei non lo sa.
    padre: padre di Gregor e Grete, uomo pragmatico, appare scorbutico ma è forse dovuto allo sbigottimento di fronte alla metamorfosi del figlio, con cui usa la forza per respingerlo; molto protettivo nei confronti della sua famiglia, in particolare delle due donne; cinque anni prima aveva subito un tracollo finanziario, motivo per il quale il figlio lavora nell’azienda a cui era legato per un prestito.
    madre: madre di Gregor e Grete, donna molto sensibile, ma pragmatica quando è necessario; si spaventa alla vista di Gregor ma con il tempo impara a riconoscerlo come suo figlio pur mantenendo le distanze.
    cuoca: alla scoperta di Gregor prega di farsi licenziare ma giura di non rivelare il segreto.
    governante: rimane chiusa in cucina, verrà licenziata perché stando nella casa tutto il giorno costa troppo.
    seconda governante: meno dispendiosa per la famiglia, viene pagata a tempo; tratta Gregor con disprezzo, lo stuzzica spesso e sarà lei a trovarlo morto e liberarsi di lui.
    tre pensionanti: una stanza della casa viene messa in affitto a tre signori che si considerano padroni e trattano la famiglia come servitù, disprezzando il cibo della signora e la musica della ragazza.

  • Narrazione: narratore esterno e onnisciente, la storia viene raccontata studiando in particolare le reazioni e i sentimenti dei personaggi.

  • Ambientazione: tutta la storia si svolge all’interno della casa della famiglia Samsa, e l’analisi principale è relativa ai componenti della famiglia. Viene nominata anche la via dove si trova la casa.

  • 1 Chiedersi se il protagonista sia davvero diventato un insetto oppure sia solo un’idea di similitudine con esso nella sua mente.
    Notando i particolari che egli introduce in merito al suo aspetto da insetto, sembra essere reale.
  • 2 Chiedersi di che tipo di racconto si tratta e quindi capire cosa realmente stia accadendo.
    Possibili interpretazioni:

      sogno: la storia inizia “destandosi un mattino da sogni inquieti”, continuando nella lettura, l’idea che salta subito alla mente è che egli possa essere ancora addormentato e stia sognando; molti sogni sembrano realtà; ma la narrazione è presentata dettagliatamente (non per particolari materiali o oggetti di scena ma a livello di comportamenti, sentimenti, precise situazioni), con persone che nel corso della vicenda si aggiungono, entrano ed escono dalla scena.
      racconto fantastico: considerare la storia solo una favola inventata sembra molto riduttivo, soprattutto verrebbe da chiedersi perché l’autore scelga di porre come protagonista un uomo comune, in cui ogni lettore possa immedesimarsi, poi invece sconvolgere questa funzione attraverso la metamorfosi. In questo modo, infatti, il lettore è costretto a chiedersi i perché della trasformazione di Gregor e della propria, quasi separatamente, e non è più certo che l’autore volesse parlare di chiunque. Non è possibile che sia solo fantasia, perché si nota la spinta che cerca di portare il lettore al ragionamento introspettivo.
      Biografia, introspezione dell’autore: comparando questa storia con gli ultimi tempi della vita dell’autore, colmi di sofferenza e malattia, si potrebbe ricondurre l’opera ad una semplice, seppure contorta, biografia. Ma perché allora non descrivere i personaggi e gli avvenimenti più vicini alla realtà, perché nascondere i fatti concreti? perché Gregor/Kafka, dovrebbe essere legato al ritratto della donna impellicciata sulla parete?

  • 3 Individuare la funzione della storia nei confronti del lettore e la funzione che ha avuto per l’autore
    L’idea che l’autore avesse voluto presentare un semplice racconto orripilante è da considerarsi superata.
    Quindi resta da chiedersi se la storia abbia una principale funzione autoreferenziale per l’autore, il cui ragionamento si riflette inconsapevolmente sul lettore (come una biografia); oppure se la funzione sia portare il lettore ad un ragionamento sulla condizione umana comune. Quindi si tratta di una ricerca induttiva o deduttiva?

  • Storia di Gregor



      fa parte della classe media di lavoratori
      la sua vita è dedita al lavoro, non è sposato
      si deve occupare della famiglia che vive completamente sul suo guadagno
      soprattutto da insetto deve subire l’autorevolezza del padre ma anche da uomo egli è costretto a lavorare come commesso viaggiatore per saldare i debiti della famiglia.
      legame con la sorella: la sorella passa poi ad odiarlo, a questo punto la condizione di insetto non è più una similitudine o una metafora ma realtà.
  • Biografia di Kafka



      nasce nel 1883 da una famiglia dell’agiata borghesia ebraica
      fa parte della classe media di lavoratori (1906 consegue la laurea in legge ed entra come impiegato presso le Assicurazioni Generali, e in seguito presso l’Istituto di assicurazione per gli infortuni sul lavoro).
      contrasti con il padre per l’azienda che Franz ha fondato insieme a un cognato.
      legame con la sorella che lo ospita
      successivo allontanamento anche dalla sorella che lo accusa, come il padre, di non interessarsi all’azienda.
      il suo sogno è di dedicare completamente la sua vita alla scrittura; al lavoro non può sottrarsi ma, seppure è stato in procinto di sposarsi varie volte, si è poi sempre ritirato, pensando che una moglie e una famiglia avrebbero preso troppo del suo tempo obbligandolo a tralasciare la scrittura.
      in vari libri, fa riferimento ad un insetto, talvolta riferendosi direttamente a sé stesso (Lettera al padre), talvolta a suoi personaggi (Preparativi di nozze in campagna).

  • Sovvertimento dei ruoli


    Prima della metamorfosi la famiglia gravava su Gregor, in seguito è Gregor che grava sulla famiglia:
    non può più occuparsi della famiglia, i suoi guadagni precedenti prima o poi finiranno quindi sono costretti a cercarsi un lavoro (la madre come sarta, la sorella come commessa, il padre come fattorino di una banca).
    dopo aver scoperto le nuove sembianze di Gregor, la madre sviene, il padre lo respinge con forza, la sorella continua ad occuparsi di lui. Con il passare del tempo invece, la madre riesce ad entrare nella sua stanza (per togliere i mobili) e ha pietà del figlio ma è comunque terrorizzata dal suo aspetto, la sorella smette di occuparsi di lui (vedi in particolare scena con il violino), il padre invece, dopo aver ferito Gregor con la mela, solo a questo punto, ha pietà del figlio e riconosce che, ad ogni modo, egli deve essere rispettato.
    FRASE: Non è necessario che tu esca di casa. Rimani al tuo tavolo e ascolta. Non ascoltare neppure, aspetta soltanto. Non aspettare neppure, resta in perfetto silenzio e solitudine. Il mondo ti si offrirà per essere smascherato, non ne può fare a meno, estasiato si torcerà davanti a te. (109*; 2004).
  • Speranza, indifferenza e abbandono


    La famiglia è sempre più indifferente in merito ai sentimenti di Gregor e ai suoi dolori fisici. Dalla piena apprensione di una famiglia, di una madre verso il figlio (vedi scena della mattina) si passa all’abbandono. L’insetto Gregor è lasciato a sé stesso, in particolare nell’ultimo periodo di vita, quando Grete smette perfino di portargli da mangiare. La famiglia aspetta la sua morte senza più speranza di veder tornare il figlio. (vedi padre fine, ma la parte che la madre non ferma la scopa: la madre, dimostra, non fermando la scopa, di non riconoscere più, a questo punto, l’insetto come suo figlio). L’autore cerca di non incolpare la famiglia, anzi cerca di presentarla al lettore come un elemento a cui lui è sempre e comunque molto legato e per cui si dispiace; ciò che fa variare i loro sentimenti è la metamorfosi di Gregor che causa in seguito la loro metamorfosi (legame dell’unità della famiglia, non si può cambiare un particolare senza che cambino anche i luoghi, le persone circostanti).
  • Solitudine
    Gregor viene lasciato solo, chiuso nella sua stanza, nessuno prova a continuare a parlare con lui, (il narratore spiega che la madre non aveva nessuna speranza che lui la potesse capire). Già dalla scena principale, in cui egli si trova in camera con tutte le porte chiuse, si spiega il distacco che già c’era con la famiglia, pur essendo ad essa molto legata; distacco che aumenta progressivamente lungo la narrazione. Gregor era spesso via per lavoro, passava poco tempo con la famiglia, eppure molte volte viene ripetuta la sua volontà di comprare la casa non per lui stesso, ma per loro. Egli era già estraniato da loro ma (vedi scena mattina) egli rimaneva un componente della famiglia; certo potrebbe sorgere il dubbio se la famiglia, preoccupandosi della sua salute e sperando in un suo rinvigorimento, si riferisse solo a ciò che egli significava per la loro sopravvivenza, ma sarebbe un significato troppo duro forse. (vedi padre fine, "Adesso" disse il Signor Samsa, "adesso possiamo ringraziare il Signore" e si fece il segno della croce. (quest’ultima frase del padre sta a rappresentare la fine delle angosce sia di Gregor che della famiglia; dopo la morte di Gregor e un pianto liberatorio dei familiari, la famiglia unita esce per una passeggiata, dopo essersi tutti licenziati dai loro impieghi; è l’inizio di una nuova vita.))
  • Stravolgimento della consuetudine
    L’autore presenta una situazione, un ambiente, normale, molte abitudini della famiglia; la metamorfosi di Gregor è la rottura dell’ordine.
  • Degradazione
    Gregor passa, da essere un uomo, ad essere una cosa, inutile e disprezzata.
    Eppure, sentendo il violino suonato dalla sorella, egli viene attirato e preso dai sentimenti; come potrebbe un animale, una cosa, avere sentimenti che ancora lo tengono legato alla famiglia e che perfino gli permettono di sentire e gustare la musica? (vedi scena violino)
    Sembra quasi che l’umanità sia rimasta più in Gregor che nelle altre persone della famiglia (vedi aggressione del padre, vedi la sorella che smette di portargli da mangiare e che vuole portare via i mobili dalla sua camera).
  • Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
    Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
    Registrati via email