-Niko- di -Niko-
Ominide 135 punti

Kamo e l'dea del secolo


Autore: Daniel Pennac.
Titolo: Kamo l’idea del secolo.
Casa editrice: Giulio Einaudi Editore-2005.
Tempo: Il presente.
Luogo: Imprecisato.
Personaggi principali: Kamo, il narratore, Margerelle e Mado-magie.
Secondari: La classe di kamo e i genitori di Kamo e del narratore.

Breve riassunto


La storia inizia a casa del narratore, dove Mado-Magie, un’amica di famiglia che fa la consulente matrimoniale si dispera perché l’ennesimo suo fidanzato l’ha lasciata.
Kamo e il narratore cercano un modo per trovare l’uomo della propria vita a Mado-Magie e arrivano alla decisione di pubblicare una sua descrizione sul giornale, allegando il numero di telefono.
Kamo frequenta la 5° elementare e i ragazzi della sua classe sono spaventati dalla 1° media a causa delle continue pressioni degli adulti. Kamo comunica quindi la sua “idea del secolo” (un’idea da lui definita geniale che inventa circa una volta a settimana), ovvero chiedere al prof di interpretare i numerosi “possibili” professori che tanto spaventano la classe. Il maestro però rifiuta.
I due amici scrivono varie bozze del biglietto da pubblicare e in classe creano quella definitiva, che però viene sequestrata da Margereelle.
Il giorno dopo Margerelle comunica alla classe di aver cambiato idea e inizia a interpretare il ruolo di diversi professori, cambiando ogni volta voce, pettinatura e carattere.
I ragazzi apprezzano la novità, ma dopo tre mesi iniziano a domandarsi dove sia finito il vero Margerelle, che non vedono da tempo.
I ragazzi iniziano a pedinarlo, ma di lui si perdevano sempre le tracce. Lo chiamavano a casa, ma rispondeva la segreteria. Gli mandavano lettere, ma tornavano sempre indietro.
La classe andò nel panico e la colpa ricadde su Kamo, che con una sua “idea del secolo” aveva causato la scomparsa di Margerelle. Kamo allora decise di risolvere la situazione: andò dal preside ed ottenne la possibilità di partecipare al consiglio di classe.
Il giorno del consiglio lui disse che alla classe l’orientamento per la prima media era bastato e che tutti rivolevano il maestro Margerelle.
La mattina dopo Margerelle era in classe, seduto sulla cattedra ed inizio a raccontare una storia.
Disse che voleva raccontare di un giovane maestro delle elementari che un giorno, in un foglietto sequestrato a due alunni lesse la descrizione della donna dei suoi sogni. La andò a trovare e la trovò bellissima, ma lei non era sicura di ricambiare il sentimento.
Il maestro allora prese a interpretare caratteri e personaggi diversi per conquistarla, con la scusa di orientare la sua classe alla prima media.
Alla fine la donna si accorse di amare Margerelle com’era e i due si fidanzarono.
Margerelle disse alla classe che ora avrebbe smesso di prendere i ruoli di tutti quei prof. E sarebbe rimasto normale.
Messaggio dell'autore: L'autore ci lascia principalmente due messaggi:
il primo è quello di restare noi stessi, Margerelle infatti prova tanti modi per conquistare Mado-Magie, ma ci riesce com'è normalmente.
Il secondo è quello di non aver paura della prima media, che è uguale alle elementari, solo con più professori.
Riflessioni personali: Ritengo questo libro molto simpatico, ma forse più adatto a dei ragazzi di quinta elementare piuttosto che di terza media. Comunque è di facile lettura e con uno stile divertente.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità