Ominide 4863 punti

L’incolore Tazaki Tsukuru di Haruki Murakami


L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, pubblicato in Italia nel 2014 è un romanzo di uno dei più noti scrittori giapponesi contemporanei, Murakami Haruki.
L’opera narrativa si distacca dal filone onirico che lega i romanzi dell’autore, accostandosi a Norwegian Wood dal punto di vista tematico e stilistico.
La storia si presenta nel complesso come un racconto di formazione che vede il protagonista Tazaki Tsukuru alla ricerca della verità che aveva deciso di non conoscere per molto tempo. Dopo molti anni, guarda in faccia se stesso e i propri demoni e grazie all’incoraggiamento di una donna affascinante, decide di risolvere delle questioni lasciate in sospeso.
Durante l’adolescenza Tazaki faceva parte di un gruppo di 5 ragazzi (2 ragazze e 3 ragazzi), definito come un “pentagono regolare perfetto” e legato insieme da un’armonia quasi paradossale. Tutti i componenti vengono caratterizzati: hanno una personalità ben identificabile e riconoscibile, solo Tazaki sembra opaco e senza personalità.
Da un momento all’altro Tazaki viene escluso dal gruppo senza ragione, i suoi sentimenti vengono calpestati e il ragazzo subisce una profonda metamorfosi che lo porta sull’orlo dell’abisso della morte e poi ad un’esistenza piatta e grigia in cui è stato trovato un finto equilibrio: la ferita è accantonata ma rimane aperta.
Sulle note dell’opera di Listz “Le mal du pays” che conferisce al romanzo un alone malinconico, Tazaki Tsukuru cerca di ricostruire il passato e la propria vita, pronto finalmente ad un cambiamento.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email