Video appunto: Harry Potter e la pietra filosofale – J. K. Rowling

Harry Potter e la pietra filosofale – J. K. Rowling



Harry è un bambino di 10 anni che vive insieme ai tuoi zii e a suo cugino in Inghilterra.
All'avvicinarsi del suo undicesimo compleanno, il ragazzo riceve molte lettere, che però suo zio non gli vuole far leggere, poiché queste rivelano che Harry è un mago e deve frequentare la scuola di magia e stregoneria di Hogwarts.

Così ricorre in suo aiuto Hagrid, il guardiacaccia della scuola, che gli racconta la verità sui suoi genitori, che sono stati uccisi da Voldemort, mago potente e malvagio, mentre Harry è riuscito a sopravvivere nonostante la cicatrice sulla sua fronte.
Hagrid riesce a fare in modo che Harry frequenti Hogwarts.

Una volta arrivati a Hogwarts, il ragazzo conosce i suoi futuri due migliori amici, Ron ed Hermione, e anche Neville e Malfoy.
Nella scuola gli alunni sono smistati in case, ovvero grifondoro, tassorosso, corvonero e serpeverde.
Harry, Ron e Hermione finiscono nella stessa casa.
In questa scuola si studiano lezioni che riguardano la magia e si gioca a Quidditch.
Tra i professori c'è Piton, che prova un forte odio verso Harry è il professor Raptor, che si rivela essere Voldemort.
Un giorno i tre scoprono che un enorme cane a tre teste fa la guardia a una botola che conduce al nuovo in cui si trova la pietra filosofale, che può trasformare i metalli in oro ed è un ingrediente dell'elisir di lunga vita.
Ma scoprono anche che qualcuno vuole rubarla, sospettano fin da subito di Piton, ma alla fine si scopre che il ladro è Raptor, ovvero Voldemort, che vuole convincere Harry a dargli la pietra filosofale perché è l'unico che può ottenerla, ma il ragazzo rifiuta.
Voldemort ordina a Raptor di uccidere Harry, ma muore bruciato quando tocca il ragazzo e configgendo Voldemort.
Finito il periodo di scuola, Harry torna a casa dai suoi zii che lo temono poiché hai imparato a usare la magia.