Tutor 42223 punti

recensione di Harry Potter e la pietra filosofale


Harry Potter e la Pietra Filosofale

Harry Potter e la Pietra Filosofale fa parte dell’omonima saga scritta dalla famosissima scrittrice J.K Rowling ed è il primo libro della serie del maghetto più amato del mondo. Uscito in prima edizione nel 1997 è uno dei libri più venduti al mondo. Nel 2001 uscì anche la versione cinematografica distribuita dagli Warner Bros Studios a cura del regista Chris Columbus con attori del calibro di Alan Rickman, Maggie Smith ed i giovanissimi Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint nei ruoli dei protagonisti.
Libro appassionante ed avvincente, è impossibile non immedesimarsi nei personaggi.

Trama


È una serata tranquilla a Little Whinging il 1 novembre 1981, nel Surrey. Tre strane figure con peculiari abiti si aggirano nella piccola stradina di Privet Drive con un piccolo fagotto tra le braccia. Albus Silente, Minerva Mcgranitt e Rubeus Hagrid stanno portando il piccolo Harry Potter di appena un anno e già orfano di genitori a casa dei suoi zii Vernon e Petunia Dursley per far sì che il bambino sia in un posto sicuro.
Harry cresce con con loro i primi 11 anni della sua vita, infelice e tormentato da suo cugino Dudley. Vive nel sottoscala, indossa i vecchi ed enormi vestiti sformati di suo cugino ed è trattato come un servo.
Si sta avvicinando il 31 luglio, giorno del compleanno di Harry, quando accade qualcosa di strano ed inaspettato. Il ragazzo comincia a ricevere delle lettere, le prime che abbia mai ricevuto nella sua vita, ma non fa mai in tempo ad aprirle che subito suo zio Vernon le distrugge. Arriva la vigilia del suo compleanno e casa Dursley è completamente invasa dalle lettere per Harry, così Vernon decide di fuggire con la famiglia in una catapecchia sopra uno scoglio.
Durante la notte la porta della casetta inizia a tremare e fa la sua entrata Rubeus Hagrid, Custode delle Chiavi e dei Luoghi ad Hogwarts, o semplicemente guardiacaccia, che porta ad Harry una torta fatta da lui e la lettera di ammissione alla scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Harry è sconvolto dalla rivelazione del Mezzogigante: lui Harry Potter, un normalissimo ragazzo, è in realtà un mago. Hagrid gli spiega anche che i suoi genitori, Lily e James Potter non erano morti in un incidente stradale come i suoi zii gli avevano fatto credere, bensì per mano del mago oscuro più potente di tutti i tempi Lord Voldemort. Il Signore Oscuro aveva infatti tentato di scagliargli contro l’Anatema che Uccide, ma Lily, frapponendosi fra loro aveva fatto rimbalzare la maledizione contro il Lord, facendogli perdere i poteri e costringendolo a sparire.
Il giorno seguente, Hagrid accompagna il ragazzo a Diagon Alley, dove scopre di essere famoso nel mondo Magico con il nome di “il Bambino che è Sopravvissuto”. Arrivati alla Gringott, la banca dei maghi, Harry ritira il denaro lasciatogli dai genitori per comprare il necessario per Hogwarts. Hagrid gli regala una civetta bianca che lui chiama Edvige. Arrivati alla stazione di King’s Cross Hagrid gli raccomanda di prendere l’Hogwarts Express che sarebbe partito dal binario 9 e ¾ alle 11.00 in punto. Harry, anche se confuso segue le istruzioni e sale sul treno. A bordo conosce Ronald (Ron) Weasley, un simpatico ragazzo dai capelli rossi, Hermione Granger, una ragazza intelligente quanto saccente, e Neville Paciock un ragazzo smemorato e un po’ pasticcione. Ron ed Hermione diventeranno i suoi migliori amici e faranno parte del Golden trio.
All’arrivo ad Hogwarts, Harry conosce anche Draco Malfoy, un ragazzino Purosangue di antica famiglia di maghi viziato, altezzoso e antipatico che cerca di farselo amico credendo che basti solo il suo prestigio della sua famiglia. Harry rifiuta “l’offerta” e da quel momento tra i due ragazzi si crea un reciproco astio.
Arriva il momento dello Smistamento per tutti gli studenti del primo anno tenuto da un Cappello Parlante, che decide in quale delle quattro Case di Hogwarts verranno messi gli studenti. Nei Grifondoro vanno gli studenti più coraggiosi, in Corvonero finiscono gli studenti intelligenti, Tassorosso accoglie gli alunni leali e gran lavoratori ed infine in Serpeverde arrivano gli studenti più ambiziosi e con sete di potere.
Harry, Ron, Hermione e Neville finiscono in Grifondoro, mentre Draco e i suoi “scagnozzi” Vincent Tiger e Gregory Goyle in Serpeverde.
Iniziano le prime lezioni ed Harry comincia a conoscere i professori della scuola. Ad insegnare Trasfigurazione c’è Minerva Mcgranitt, severa direttrice di Grifondoro; per Incantesimi c’è il professor Vitious, direttore di Corvonero ;come insegnante di Pozioni il viscido ed antipatico Severus Piton che subito mostra un odio nei confronti di Harry e direttore di Serpeverde; il professore di Difesa contro le Arti Oscure Quirinus Raptor timido e balbettante,all’apparenza innocuo; Pomona Sprite insegnante di Erbologia e direttrice di Tassorosso; ed infine il Professor Albus Silente, vecchio ed eccentrico Preside.
Harry riesce ad entrare come Cercatore nella squadra di Quidditch (sport dei maghi praticato in sella ad una scopa). Il Golden Trio, dopo una serie di eventi diventa inseparabile. Girovagando per il castello con il Mantello dell’Invisibilità i tre ragazzi si imbattono in un corridoio proibito, dove trovano un enorme cane a tre teste che sembra sorvegliare una botola. Scoprono che il cane si chiama Fuffi, è di Hagrid e che sta effettivamente sorvegliando qualcosa. Questo “qualcosa” è la Pietra Filosofale, una gemma creata dall’alchimista Nicholas Flamel in grado di produrre l’Elisir di lunga vita ,che quindi dona l’immortalità. I ragazzi capiscono da una serie di fatti (un Troll di montagna nei sotterranei,scope maledette durante le partite di Quidditch di Harry ,ecc.) che qualcuno sta cercando di rubare la Pietra. I loro sospetti cadono sul Professor Piton che durante l’anno aveva mostrato atteggiamenti alquanto ambigui.
Una notte però, durante una punizione nella Foresta Proibita, il Golden Trio vede una figura incappucciata che beve il sangue di un un Unicorno (il sangue di unicorno ha proprietà rigenerative) steso a terra. L’essere tenta di attaccare Harry, ma è l’intervento del Centauro Fiorenzo a salvarlo. Il centauro gli rivela che quella figura altri non è che Lord Voldemort che cerca di mantenersi in vita in attesa di avere la Pietra. Il ragazzo si convince quindi che Piton sta cercando di rubare la Pietra per darla al suo padrone. Il Preside doveva essere assolutamente informato.
Al termine dell’anno scolastico Silente viene però con un pretesto allontanato temporaneamente dalla scuola così i tre ragazzi decidono di salvare da soli la preziosa Pietra.
Harry, Hermione e uno spaventatissimo Ron si avviano verso il corridoio al settimo piano e trovano Fuffi addormentato dal suono di un flauto, ma ben presto scoprono di dover affrontare delle prove messe dai professori per proteggere la Pietra. La prima consiste nell'attraversare il temutissimo Tranello del Diavolo, una pianta che strangola chiunque la tocchi e che ha paura della luce. Riescono nell'impresa grazie alla sconfinata sapienza di Hermione. La seconda prova consiste nel trovare ed afferrare una chiave alata in sella ad una scopa per aprire una porta incantata, e questa volta è Harry a salvarli. La terza prova consiste nel giocare a dei giganti e reali Scacchi dei Maghi; è Ron che inaspettatamente salva la situazione.
Ad affrontare la quarta ed ultima prova deve essere però Harry. Ma una volta entrato nella stanza dello Specchio delle Brame rimane esterrefatto nel trovare il Professor Raptor intento a rubare la Pietra. Il professore gli rivela soddisfatto di essere un servo di Lord Voldemort, ma non è tutto. Harry è sconvolto nel vedere che sotto il turbante si nascondeva il volto di Voldemort che utilizzava il corpo del professore per fare quello che lui ormai non aveva potere di fare.
Quando tutto sembra perduto Harry nota, specchiandosi nello Specchio delle Brame, di avere la Pietra in tasca. Silente era l’ideatore di quest’ultima prova. La Pietra sarebbe giunta solo da chi, come Harry, non aveva cattive intenzioni. Voldemort se ne accorge e ordina a Raptor di uccidere il ragazzo ma il professore non riesce a toccarlo senza bruciarsi. Harry, sfruttando questa cosa a suo vantaggio, riesce a sconfiggere il professore e Voldemort, ormai senza più un corpo non può più nulla contro di lui.
Harry si risveglia in Infermeria, dove il Professor Silente, orgoglioso di come il ragazzo e i suoi amici avevano gestito la cosa, gli rivela i motivo per cui il suo nemico non poteva toccarlo: il sacrificio di sua madre Lily quella notte di 10 anni prima.
Le cose sembrano tornate alla normalità e Flamel ha gettato la Pietra per fare in modo che non finisse nelle mani sbagliate.
Il Golden Trio guadagna inoltre dal vecchio Preside dei punti bonus per il coraggio dimostrato nelle prove, il che permette ai Grifondoro di vincere la Coppa delle Case.
L’anno si conclude e Harry ritorna per l’estate dagli zii babbani non vedendo l’ora di ricominciare.

A cura di Eleonora.

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email