Creature strane, le donne! Di Enrico Brizzi


Talvolta la paura dell’omologazione e il desiderio d’affermazione della propria individualità portano l’adolescente ed un rifiuto del gruppo. Il giovane Alex D. ostenta un atteggiamento di superiore distacco, venato di un sottile disprezzo, nei confronti dei coetanei, che vede troppo conformisti, pronti a seguire i dettami delle mode, incapaci di coltivare interessi propri, intruppati e influenzabili. Eppure anch’egli è contagiato dal senso di vuoto che lo circonda. Riesce a dare un senso alla sua vita nel momento in cui si scopre innamorato, ma l’esaltazione dura poco: deluso dal rifiuto della ragazza, si ritrova a trascorre giorni tristi e rabbiosi e solo la musica e l’amicizia dello stravagante compagno Martino possono in parte confortare l’affranto protagonista, per la prima volta seriamente impegnato con i misteri dell’insondabile animo femminile.
Il brano è tratto dal romanzo Jack Frusciante è uscito dal gruppo. Il diciassettenne Alex, nella faticosa affermazione della propria identità, affronta le tappe fondamentali dell’età tardo-adolescenziale: la critica ai valori imposti dagli adulti, il conflitto con la famiglia, la ricerca di modelli a cui ispirarsi, il desiderio di distinguersi dai suoi coetanei, l’incontro con l’amore vero. Alex si ribella alle sicurezze di una vita protetta ma grigia proprio come il suo idolo Jack Frusciante, chitarrista dei Red Hot Chili Peppers, che lascia il “gruppo” all’apice della fama e della ricchezza per rivendicare la propria originalità. Nella narrazione all’uso della terza persona si alterna spesso quello della prima, laddove s’inseriscono le pagine del diario, l’”archivio magnetico”, del protagonista. Il linguaggio è colorito e in esso si mescolano preziosismi linguistici, tipici espressioni del gergo giovanile e citazioni tratte da libri e canzoni “culto” degli adolescenti anni Novanta.
Enrico Brizzi nato a Nizza da genitori italiani, vive a Bologna. Nel 1994 scrive il suo primo romanzo, Jack Frusciante è uscito dal gruppo, che diventa presto un best seller e dal quale due anni più tardi viene tratto un film. In seguito vengono pubblicati altri racconti come Bastogne e Tre ragazzi immaginari, che però non ottengono il successo del romanzo d’esordio.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email