Bargat di Bargat
Ominide 76 punti

Lucio Anneo Seneca - La vita

Era figlio di Seneca il vecchio, secondo di tre figli, il primo era Marco Anneo Seneca, diventato Gallione quando fu adottato, Marco Anneo Mela era il terzo e fu il padre di Lucano, autore di Pharsalia. Seneca apparteneva ad una nobile famiglia e fu allievo a Roma di Papirio Fabiano, filosofo stoico; infatti, Seneca scrive opere circa lo stoicismo. Impronta con le sue opere la crescita di Nerone, per fargli attuare la politica di clemenza verso il popolo. La sua abilità oratoria attirò la gelosia di Caligola che decretò la sua morte, ma Seneca riuscì a sventarla. Nel 37 d.C., quando Caligola diventa imperatore, attira le inimicizie dei senatori e viene coinvolto in uno scandalo di palazzo. Venne accusato di adulterio con Giulia Livilla, parente di Caligola. Fu, quindi, esiliato in Corsica e vi rimase dal 41 al 49 d.C., fino a quando Agrippina, moglie di Claudio, fece diventare Seneca precettore di Nerone.

Egli, dopo la morte del padre, inizia a maturare un'insofferenza verso la madre. Nerone tentò varie volte di ucciderla e la terza volta ci riuscì; Nerone allontana da sé tutti i consiglieri e attua una politica accentratrice. Nel 64 d.C. Si macchia dell'incendio di Roma, attribuendo la colpa ai cristiani. Venne organizzata la congiura dei Pisoni. Nel 62 d.C. Seneca si ritirò a vita privata e Nerone lo indusse al suicidio poiché aveva partecipato indirettamente alla congiura.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email