Sapiens Sapiens 13858 punti

Apuleio: note biografiche e opere


Nato forse nel 125 d.C., da una famiglia abbiente a Madaura, nelle vicinanze della Numidia, , dopo aver compiuto gli studi retorici a Cartagine, si trasferì ad Atene dove studiò Platone ed apprese perfettamente la lingua greca. Possedeva tutte le doti per eccellere: gioventù, bellezza, fantasia, conoscenze, fascino della parola. L’episodio più noto della sua vita è il processo intentatogli dai parenti della ricca vedova Pudentilla che l’accusavano di aver sedotto la donna con degli incantesimi. Egli si scolpò da questa accusa con una brillante Apologia, rimasta famosa e pronunciata davanti al proconsole romano in Africa, Claudio Massimo. Per la sua eloquenza, nel corso della sua vita egli ricevette molte testimonianze onorifiche; alle sue conferenze di genere letterario e filosofico la gente colta di Cartagine accorrevano come ci si reca ad uno spettacolo. E in questa città che mori, ma non ne conosciamo la data.
Prima dell’Apologia in cui egli dimostra una conoscenza approfondita della dottrina platonica, Apuleio ha scritto delle opere filosofiche e scientifiche. Esse sono:
De Platone et eius dogmate, in cui si occupa esclusivamente della parte ontologica ed etica del pensiero del filosofo greco;
De Deo Socratis, in cui espone la dottrina demoniaca: nella dottrina neoplatonica, professata da Apuleio, i demoni sono intermediari fra gli dei e gli uomini, interpreti e messaggeri di salute, come gli angeli e gli arcangeli della teologia biblica. In questa sfera demoniaca, opera la magia e il mago esercita sui demoni la forza dei suoi scongiuri, sia per la conoscenza del futuro sia per il conseguimento dei maggiori vantaggi celesti;
De mundo in cui Apuleio non si limita ad esporre le teorie già note, bensì egli cerca di conciliare le vecchie dottrine con le nuove credenze mistico-religiose che si fanno sempre più avanti.
Nell’ambito dell’oratoria, oltre all’ Apologia, ci è pervenuta anche un’antologia di 23 brani estratti dai pubblici discorsi di Apuleio chiamata Florida. Da essi si vede come lo scrittore, nelle sue conferenze trattava qualsiasi argomento: politica, religione, letteratura, filosofia, erudizione.
L’opera più famosa è rappresentata dalle Metamorfosi, conosciuta anche con il titolo di Asinus aureus. Si tratta di un romanzo in 11 libri in cui sono descritte le vicende di Lucio, un giovane che, tramite un unguento magico, viene trasformato in un asino e dopo tutta una serie di avventure riacquista le sembianze umane. L’opera non sembra originale in quanto pare che essa risalga ad uno scrittore greco della Tessaglia, ripresa più tardi dal greco Luciano di Samosata, contemporaneo di Apuleio. L’argomento è di tipo licenzioso ed osceno. Molti critici vi hanno visto l’allegoria dell’uomo che con i suoi piaceri diventa animale, ma che, tramite la religione riacquista, alla fine, l’aspetto dell’uomo. Insieme al protagonista troviamo altri personaggi che raccontano le proprie avventure, tenute insieme da un vincolo a volte tragico e a volte lascivo. Due libri interi sono occupati dalla favola di Amore e Psiche. Al di là del significato allegorico che l’autore ha voluto attribuire a questa storia si può notare che la favola, fin dalle prime parole, ha tutti gli elementi ancora vivi oggi del racconto popolare. Erat in quadam civitate rex et regina….. (= c’era una volta in un paese un re ed una regina….). E poi la bella principessa esposta al mostro, il palazzo incantato, le sorelle cattive e punite ed il raggiungimento della felicità finale.
Le Metamorfosi si concludono con la celebrazione dei sacri misteri ed è in questa parte del libro che Apuleio delinea la sua personalità più vera cioè quella di uno scrittore di origine africana, filosofo e sacerdote che ben si distingue dal protagonista Lucio nato in Grecia.
Nell'insieme, questa opera può essere considerata una delle più significative della letteratura latina anche per lo stile che di volta in volta si adatta a questioni giuridiche, al racconto di una novella o alla descrizione di una cerimonia sacra o profana.
Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email