Ominide 1407 punti

Le Bucoliche


Le Bucoliche (da bucolicos = “ciò che riguarda il pastore”) sono un poema rurale in cui Virgilio descrive ambienti pastorali, luoghi idilliaci, immaginari e la bellezza che deriva dal vivere in campagna dove i pastori si sfidano in gare di canto e si intrattengono al suono della lira o della zampogna, vivendo sereni, lontani da ogni preoccupazione.
Con quest’opera nacque il mito del luogo ameno (che tanta letteratura ripeterà), in quanto Virgilio comincia a raccontare di un mondo pieno di bellezza, quello della natura che dà vita e nutre con i suoi frutti gli uomini. Vivere a contatto con la natura e recuperare i valori di una volta, significa per Virgilio rinascere, vivere un secolo nuovo (IV egloga ; mito dell’età dell’oro).
L’opera è scritta in esametri che rievocano in maniera nostalgica una vita vissuta a contatto con la natura, quindi una vita basata su quei solidi valori che sono in favore della collettività, ed è divisa in dieci egloghe cui corrispondono dieci canti (egloghe in greco vuol dire proprio “canto scelto”) che inneggiano alla natura. Le egloghe non sono separate le une dalle altre; ad esempio la prima e la decima egloga hanno una un carattere proemiale e l’altra un carattere di chiusura.
Quando Virgilio compose l’opera, quella guerra civile che aveva portato a Roma una situazione gravosa era terminata da poco e Augusto era salito al potere. Augusto, volendo premiare i veterani che avevano combattuto al suo fianco dando loro terreni, chiese agli intellettuali di parlare nelle loro opere della vita campestre; così Virgilio sostenette la politica augustea scrivendo proprio le Bucoliche.
Nella prima egloga è presente una forma dialogica che si stabilisce tra Titiro e Melibeo, due pastori che hanno vissuto fin dall’infanzia nei campi e che sono i simboli di quello che storicamente stava accadendo: Titiro è il pastore che può rimanere nel proprio terreno e Melibeo è il pastore che è costretto ad andare via ed invidia l’altro pastore.
Hai bisogno di aiuto in L'era Augustea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email