sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Ovidio-

Ovidio nacque nel 43 a.C. a Sulmona (in Abruzzo) da una famiglia benestante, che gli permise degli studi di retorica nelle scuole di Roma, cosa che facevano tutti i giovani in modo da trovare sbocchi in politica.

Scrisse fin da giovane alcune opere ed il suo primo testo fu quello degli Amores, grazie al quale riuscì a frequentare vari circoli letterari importanti.
Successivamente si dedicò alla carriera politica, per poi nuovamente dedicarsi solamente alla letteratura, scrivendo delle elegie ed anche opere erotico - didascaliche.
Scrisse anche un poema mitologico, le Metamorfosi, e anche i Fasti, un’opera che esaltava i costumi di Roma.
Al culmine della sua carriera di letterato, venne fatto esiliare sul Mar Nero da Augusto, poiché era stato coinvolto in una vicenda di adulterio.
Morì nel 17 d.C. a Tomi.

-Le Opere-

Ovidio scrisse tre opere principali: l’Ars Amatoria, gli Amores e le Metamorfosi.

L’Ars Amatoria è un trattato che parla dell’arte di amare, quindi della seduzione e della conquista; è un’opera teorica e didascalica, divisa in tre libri.

Gli Amores sono una raccolta di elegie, la cui maggior parte riguarda l’amore, presentato in un modo più ironico che tecnico, sia come fonte di gioia che di tristezza.

Le Metamorfosi sono un’opera composta da quindici libri, in cui vengono narrate le trasformazioni di esseri umani o divini in differenti aspetti.
Questo testo introduce un nuovo tipo di epica poiché presenta nuovi temi, mai precedentemente affrontati, come quello dell’evoluzione della storia umana.

Hai bisogno di aiuto in L'era Augustea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità