Genius 20016 punti

Un catalogo immaginario


Il Miles gloriosus («Il soldato fanfarone»), una delle più famose commedie plautine, si apre con una scena di dialogo tra i] soldato vanaglorioso, Pirgopolinice, e il parassita Artotrégo (che compare solo qui nella commedia). Questa scena costituisce da sola il primo atto (la divisione in atti non era però originale e nemmeno antica, ma si impose a partire dall’età umanistica); a essa segue poi il prologo vero e proprio (vv. 79-155), posposto quindi all’inizio della commedia, in cui il servo Palestrione informa gli ascoltatori sulla trama e sui precedenti dell’azione.
Il soldato si presenta subito nei suoi aspetti caricaturali, ostentando vanagloria e pavoneggiandosi col parassita che gli fa da spalla e lo asseconda, con il fine dichiarato di compiacerlo per ottenerne favori e, soprattutto, cibo. I due personaggi rappresentano due “tipi” della commedia antica, il miles tronfio e fanfarone e il parassita alla continua ricerca di cibo e compensi, sempre pronto a tutto per ottenerli. Queste caratteristiche sono espresse anche dai nomi dei personaggi, nomi “parlanti” secondo un uso non infrequente nell’antica commedia: Pirgopolinice significa infatti «Espugnatore di torri e città», Artotrego, «Divoratore di pane». Tutto ciò è esplicitato anche in alcuni a parte di Artotrégo, che svolgono la funzione “metateatrale” di coinvolgimento del pubblico nel meccanismo scenico.
Metro: senari giambici.
Hai bisogno di aiuto in Arcaica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Plauto, Tito Maccio - Un equivoco spassoso