kiki!95 di kiki!95
Sapiens 2465 punti

Plauto

Di Plauto come personaggio storico si sa ben poco. I 'tria nomina' del poeta sono dubbi.
Nasce a Sarsina prima del 250 a.C., scrisse commedie a partire dagli anni della seconda guerra punica. Muore nel 184 a.C.
Già nel I° secolo a.C. ci si pone il problema dell'autenticità delle numerose opere attribuitegli. Varrone, considera "plautine" solo ventuno commedie.
Della Vidularia restano solo frammenti e altre commedie presentano gravi lacune.
Le trame delle commedie presentano situazioni ricorrenti e personaggi convenzionali e sono quelle tipiche della commedia nuova greca. Al centro vi è un giovane innamorato, ostacolato nel suo amore.
L'adulescens è circondato da aiutanti: un amico, un parassita, più spesso un servo.
Gli antagonisti tipici sono il padre, il soldato e il lenone.
Il lieto fine trionfa: l'adulescens corona il suo amore.

I modelli che usa Plauto sono gli autori della commedia nuova. Conserva l'ambientazione greca e le linee essenziali delle trame, ma rielabora liberamente i modelli per far divertire il suo pubblico.
Dà ampio spazione alla musica e al canto.
Non intende comunicare un messaggio politico, ma vuole soltanto far ridere. Procedimento scenico importante in Plauto è il "Metateatro", cioè il teatro nel teatro: si inscena un dramma all'interno del dramma.
Plauto scrisse famose commedie del "servus callidus". Il protagonista è un servo, rovesciando la realtà dell'epoca, e gli antagonisti sono quasi sempre comici.

La Càsina

La Càsina descrive una ragazza, la quale vorrebbero sia un vecchio, sia il figlio di lui. Il vecchio tenta di farla sposare dal proprio fattore, che dovrebbe poi mettergliela a disposizione; ma la moglie, aiutata da un'amica, organizza una messa in scena facendo travestire da sposa un uomo. Così, il vecchio, finisce con l'essere preso in giro, mentre Càsina sarà libera e potrà sposare il figlio.

Hai bisogno di aiuto in Arcaica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017