Ominide 267 punti

Il rapporto tra la Commedia di Plauto ed il rito del Carnevale traspare in maniera evidente dalla quasi totalità delle sue opere. Numerosi sono gli elementi peculiari in comune: il travestimento, i festeggiamenti, l’abolizione delle normali gerarchie sociali ed il rovesciamento dei ruoli.
Infatti, i personaggi delle commedie, i patres familias, ovvero, le figure più autorevoli all’interno della famiglia, vengono beffeggiati ed ingannati dai figli, dalle mogli e dai servi i quali vengono, al contrario, rappresentati come personaggi furbi ed astuti e che, sovvertendo le regole del "vivere quotidiano", riescono a comandare sui padroni. Ciò è ravvisabile in molte commedie quali la Casina in cui un vecchio e suo figlio desiderano una serva che lavora presso la loro casa: a tale scopo, ognuno di essi escogita di farla sposare ad un proprio fattore che la metterà, poi, a loro disposizione. Il vecchio immorale viene, però, raggirato dalla moglie e trova nel suo letto un servo al posto di Casina, suo oggetto del desiderio. L’intelligente moglie, che si dimostra essere il vero capo di famiglia, ed il servo si prendono, dunque, gioco del padrone infedele che non pensa ai propri doveri di padre famiglia ed ostacola il figlio.

Altra commedia intrisa di elementi tipici del Carnevale è lo Pseudolus: il giovane Calidoro ama la cortigiana Fenicia, ma non ha il denaro per riscattarla; così il lenone Ballione decide di venderla a un soldato straniero, ma il servo Pseudolo riesce a intercettare il messo del soldato e a farsi dare la lettera col contrassegno del nuovo proprietario; in questo modo sottrae Fenicia a Ballione. A causa di un complicato giro di scommesse il lenone deve versare una somma pari al prezzo del riscatto al padre del giovane e questi, a sua volta, consegnarla a Pseudolo. In questo caso il servo, grazie alla sua furbizia, riesce a vincere sul padrone e sul lenone dimostrando, ancora una volta, il netto rovesciamento dei ruoli proposto da Plauto.
Tuttavia, va precisato che all'interno delle commedie plautine il rovesciamento degli schemi sociali non ha una matrice rivoluzionaria e non è totale: infatti, alla fine della rappresentazione tutti i consueti ruoli sociali vengono completamente ristabiliti: nel caso della prima commedia, Casina si scopre infine una fanciulla libera di nascita e può, quindi, sposare il suo giovane pretendente mentre il vecchio riprende il suo ruolo di pater familias e viene perdonato dalla moglie, ristabilendo così la gerarchia sociale.
Nello Pseudolus, invece, il servo ed il giovane vengono perdonati dal padrone e tornano a svolgere fedelmente i propri ruoli.

Hai bisogno di aiuto in Arcaica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email