Ominide 2005 punti

Biografia e concezione dell’amore in Catullo


La vita di Catullo fu breve, circa 30 anni, e senza eventi degni di particolare nota, tuttavia i suoi versi d’amore tanto profondi lo hanno reso uno dei più importanti poeti dell’antichità. Secondo gli scritti di San Gerolamo la nascita di Catullo risale all’87 a.C. , anche se tale data viene contestata dal fatto che in una sua lirica viene citato il secondo consolato di Pompeo, spostando la data della sua nascita all’84 a.
C. . A segnare la sua infanzia fu la morte in giovane età del fratello, verso cui provava un sincero affetto. Il poeta era solito trascorrere molto tempo alla villa di famiglia a Sirmione, ma allo stesso tempo apprezzava particolarmente il tumulto e i traffici di Roma. E’ errato considerare la poesia di Catullo come esclusivamente a tema amoroso, dato che ci fornisce un quadro preciso dei costumi dell’aristocrazia romana del tempo. A Roma Catullo ricevette la formazione retorica; sempre a Roma entrò in contatto con il circolo dei “Poeti nuovi”, dallo stile raffinato e colto similmente al suo, di ispirazione greca e basandosi su tematiche non particolarmente impegnative, al fine di elogiare la cultura e l’eleganza. A Roma il giovane Catullo incontrerà anche l’amore della sua vita, Lesbia, pseudonimo per Clodia, sorella del tribuno Clodio, acerrimo nemico di Cicerone.

Clodia era una donna estremamente avanti per i suoi tempi, istruita e sempre sul pezzo. Il fatto che Clodia fosse una donna sposata non costituì mai un ostacolo per la loro relazione. Uno dei maggiori divertimenti di Catullo era infatti pungolare i tradizionalisti e il loro elogio del “mos maiorum”. La storia di Catullo è la storia di una passione amorosa travolgente, quella di un’anima a tratti in pena alla ricerca costante dell’amore. La loro relazione fu indubbiamente tormentata perché costantemente sottoposta al giudizio delle persone. Inizialmente a dir poco estatica, probabilmente la passione si attenuò nel momento in cui divenne chiaro che Clodia non volesse un legame stabile. Catullo avrebbe voluto invece un rapporto basato sulla fides, ovvero sulla fiducia reciproca.
Hai bisogno di aiuto in Arcaica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email