Ominide 4103 punti

Mimnermo, frammento 12 West, Il viaggio del Sole

Mimnermo recupera un mito popolare greco: al sorgere dell’aurora il Sole, alla guida del suo carro, attraversa il cielo da oriente ad occidente; di notte solca l’Oceano in direzione opposta, portato da una barca a forma di coppa d’oro fabbricata da Efesto.
In tutto il mondo la tradizione popolare, affascinata dal misterioso apparire e scomparire del sole, ha elaborato spiegazioni mitiche. Per i Greci il Sole di giorno percorreva il cielo da est a ovest guidando un carro; di notte attraversava l’Oceano su una barca a forma di coppa per raggiungere nuovamente l’oriente, da cui la mattina riprendeva il suo infinito viaggio.
Secondo Ateneo di Naucrati il frammento mimnermeo era inserito nella Nannò dove indicava l’eterno alternarsi degli eventi atmosferici.
Le reali intenzioni del poeta sono state variamente interpretate dalla critica moderna. Partendo da diverse osservazioni alcuni critici hanno supposto che il mito del Sole possa alludere alla ripetitività delle azioni umane. A differenza di altri testi del poeta, in cui gli dei sono solo dispensatori di mali per l’uomo, qui un dio sembrerebbe vivere una vicenda amara e dolorosa analoga a quella umana. In realtà la mancanza di una sufficiente documentazione su Mimnermo impedisce di dare una sicura interpretazione del documento.

Hai bisogno di aiuto in Letteratura Greca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email