Mimmi00 di Mimmi00
Habilis 309 punti

Ecco che cosa sono i complementi nell'ambito dell'analisi logica di una frase. Essi costituiscono un elemento importante all'interno delle frasi.

Complemento oggetto

Il complemento oggetto è molto importante, è formato da un sintagma nominale e infine è retto da un verbo di tipo transitivo nella norma. Risponde alle domande Chi? Che cosa?

Esempio: Martina guarda la partita di calcio.

Complemento di specificazione

Il complemento di specificazione è sempre introdotto da -di (sia in forma di proposizione semplice o articolata) e risponde alle domande di chi? Di che cosa?
Esempio: Il libro di Mara.

Complemento di denominazione

Questo complemento sta a indicare il nome proprio di un luogo, una persona, un mese, un giorno quando risulta preceduto da nomi di tipo generico come città, isola, penisola, etc... Viene introdotto dalla preposizione -di e risponde alle domande Di chi? Di che cosa?

Esempio: La città di Pavia.

Complemento partitivo

Il complemento partitivo indica quell'insieme di cui fa parte nello specifico l'elemento di cui si sta parlando. Risponde alle domande Fra chi? Fra che cosa?
Esempio: Dei pompieri hanno salvato un ragazzo.

Complemento di termine

In una frase questo complemento è esattamente l'elemento a cui si rivolge o su cui finisce l'azione che viene determinata dal verbo. Risponde alle domande A chi? A che cosa?

Esempio: Mauro regala un girasole a Laura.

Complemento di vantaggio/svantaggio

I complementi di vantaggio e di svantaggio generalmente indicano la persona, l’animale o la cosa a vantaggio o a danno delle quali viene compiuta una specifica azione o si verifica una determinata circostanza. Sono introdotti dalle seguenti preposizioni per, in favore di, in difesa di, contro, a danno di... e rispondono alle domande A vantaggio di chi? Di che cosa? A danno di chi? Di che cosa?
Esempi: Hanno raccolto delle firme contro la vivisezione degli animali.
Ha lavorato tanti anni solo per sua figlia.
Luca si è battuto in difesa dei diritti umani.

Complemento d'agente

In una frase semplice, il complemento d'agente serve a indicare, quando è presente un verbo in forma passiva, la persona o l'animale che compie l'azione, ovvero l'agente. Risponde alla domanda Da chi?
Esempio: Barbara è salvata da Alessia.

Complemento di causa efficiente

Il complemento di causa efficiente serve a indicare, quando è presente un verbo in forma passiva, la cosa, l'entità astratta o l'animale reificato che compie l'azione, ovvero l'agente. Risponde alla domanda Da che cosa?

Esempio: Marina è spaventata da un tuono.

Il complemento di prezzo

Risponde alle domande quanto ? per quanto ? a qual prezzo?
La villetta fu venduta per trenta milioni ( prezzo determinato ) ; era stata comprata per meno (prezzo indeterminato)
Il complemento di prezzo indica il prezzo di compera , vendita o altro
Complemento di prezzo determinato : è espresso da un sostantivo spesso retto delle preposizioni a, per;
Complemento di prezzo indeterminato : consiste in un avverbio di quantità;
Esempio: Ho comperato per duemila euro quell'attico.
Si ha in dipendenza da verbi del tipo : costare, vendere, comperare, pagare affittare.

Il complemento di abbondanza e di privazione

Risponde alla domanda: di che cosa?
Il sacco è colmo di mais.
L'Italia abbonda di vigneti.
Egli è privo di senno , ma e pieno di boria.
E' un giovane dotato di grande ingegno
Il complemento di abbondanza e di privazione indicano rispettivamente ciò di cui a una persona abbonda o manca.
Si hanno con verbi o aggettivi indicanti abbondanza o mancanza , come : abbondare , fornire , privare , spogliare... , pieno , carico , spoglio...


Complemento di stato in luogo

Il complemento di stato in luogo indica un luogo in cui sui trova una persona o cosa oppure avviene una determinata azione. Risponde alla domanda Dove? In che luogo?
Esempio: Ho trascorso la serata da Michele.
Giorgia è in discoteca.

Complemento di moto a luogo

Il complemento di moto a luogo serve per indicare il luogo verso il quale qualcuno o qualcosa si dirige. Risponde alla domanda verso dove?

Esempio: Marianna va al cinema.

Complemento di moto da luogo

Il complemento di moto da luogo serve per indicare il determinato luogo da cui qualcuno o qualcuno si muove e risponde alla domanda Da dove?
Esempio: Marcello è tornato da Londra.

Complemento di moto per luogo

Il complemento di moto per luogo serve per indicare il luogo mediante cui qualcuno o qualcosa si muove. Il complemento di moto per luogo risponde alla domanda Per dove? Attraverso quale luogo?
Esempio: Marco è andato per Milano, è dovuto passare per il Colosseo.

Complemento di tempo

Indica il periodo di tempo in cui si svolge una determinata azione. Si divide in complemento di tempo determinato e in complemento di tempo continuato. Il complemento di tempo determinato serve per precisare il momento o una determinata epoca in cui si verifica qualcosa o si verifica una determinata situazione e risponde alla domanda Quando?
Esempio: La sera mangio sempre un'insalata.
Il complemento di tempo continuato serve per specificare quella durata del momento o di un'epoca in cui avviene un qualcosa o si verifica una determinata situazione; risponde alla domanda Per quanto tempo?
Esempio: Sarò in ferie per tutto il mese di ottobre.

Complemento di causa

Il complemento di causa, nella frase, indica la causa per cui viene effettuata quell'azione espressa dal predicato. Risponde alla domanda Per quale motivo? Perché?
Esempio: Luisa si spaventa per lo stato dei suoi capelli.

Complemento di fine

Il complemento di fine indica invece lo scopo, il fine verso cui è orientata una determinata azione. Questo complemento risponde alle domande Al fine di chi, di che cosa? A che scopo?

Esempio: Ci siamo impegnati per il compito di spagnolo.

Complemento di mezzo

Il complemento di mezzo o strumento indica la persona, l'animale o la cosa per mezzo di cui viene compiuta un'azione che è espressa dal verbo o si verifica ciò di cui si sta parlando. Risponde alle seguenti domande Per mezzo di chi, di che cosa?
Esempio: Ho trovato un lavoro attraverso un annuncio Internet.

Il complemento di modo

Il complemento di modo indica il modo in cui viene compiuta un'azione. Risponde alla domanda In che modo?
Esempio: La mamma guarda con amore il suo bimbo.

Complemento di compagnia

Il complemento di compagnia serve per indicare la persona con cui ci si trova in un momento o circostanza o con cui si sta compiendo un'azione. Risponde alle domande Con chi? Con che cosa?
Esempio: Marta pranza insieme alla sua migliore amica.

Complemento di unione

Il complemento di unione indica quella cosa con cui ci si trova o con cui si compie un'azione. Risponde alle domande Con chi? Con che cosa?
Esempio: Maria giunge dalla nonna con un mazzo di fiori.

Complemento di qualità

Il complemento di qualità vuole indicare quali sono le qualità fisiche o morali o le proprietà di una persona, di un animale o di una cosa. Il complemento di qualità risponde alle domande Con quali qualità? Con quali
caratteristiche?
Esempio: Sara ha indossato un abito di seta.

Complemento di materia

Il complemento di materia indica la materia di cui si compone una cosa o una persona. Risponde alle domande Di quale materiale, di cosa è fatto?
Esempio: Nadia indossava una camicia di cotone.

Complemento di argomento

Il complemento di argomento indica la cosa o la persona di cui si parla. Risponde alla domanda Su quale argomento?
Esempio: In classe abbiamo parlato di storia.

Complemento di limitazione

Il complemento di limitazione indica entro quali limiti o in quale ambito è valido ciò che una determinata frase afferma. Risponde alla domanda Limitatamente a cosa? Relativamente a cosa?
Esempi: Lucilla è bravissima in storia.
Marco è molto basso in statura.

Complemento predicativo del soggetto

Il complemento predicativo del soggetto è un nome o un verbo che serve per completare il significato del verbo e che si sta riferendo al soggetto di una frase precisa. E' introdotto da proposizioni come da o per.
Esempio: Marco è diventato vecchio

Complemento predicativo dell'oggetto

Il complemento predicativo dell'oggetto è un sostantivo o un aggettivo con riferimento all'oggetto e completa il significato del verbo che lo regge.
Esempio: Tutti ti considerano un galantuomo.

Complemento d'origine o provenienza

Il complemento d'origine o provenienza è un complemento di tipo indiretto che indica la provenienza di una persona oppure di un essere inanimato. Risponde alle domande Da chi? da dove? da che cosa?
Esempio: Il sentimento di Aurora proveniva dalla delusione.

Complemento di paragone

Il complemento di paragone indica il secondo termine di paragone tra due cose o esseri animati o tra due qualità che appartengono a una medesima cosa o a uno stesso essere inanimato. Risponde alle seguenti domande Più/meno di chi?, di che cosa? Come chi/come che cosa? Quando chi/che cosa?
Esempi: Camilla è più simpatica di Valeria.
Daniele è più alto di Giulio.

Complemento d'età

Il complemento d'età serve per introdurre l'età di qualcuno. Risponde alle seguenti domande A che età? Di quanti anni?
Esempio: Mariella è una signora sui 60 anni.
Luca ha compiuto 18 anni.


Complemento di quantità

Il complemento di quantità precisa, per l'appunto, in che quantità è l'oggetto, l'animale, o la persona di cui si tratta.
Risponde alle domande In che quantità? Quanto?
Esempio: Lavorare tanto, significa guadagnare maggiormente.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email