Ominide 2487 punti

L'avverbio

L'avverbio è una parte invariabile del discorso che serve a modificare o a meglio specificare il significato di un verbo, di un nome, di un aggettivo, di altro avverbio o di una intera frase.
In base alla forma possiamo distinguere gli avverbi in:
primitivi: bene, male
derivati: con suffissi -mente, -oni: velocemente, tenoni
composti: si formano dall'unione di più parole: in + fatti = infatti, pure + troppo = pur- troppo
locuzioni avverbiali: di corsa, in fretta, di sopra
In base al significato, distinguiamo gli avverbi in:
avverbi e locuzioni di modo: bene, male, rapidamente, in fretta
avverbi e locuzioni di tempo: presto, tardi, tra poco
avverbi e locuzioni di luogo: qui, là, sopra, in giù
avverbi e locuzioni di quantità: poco, troppo, del tutto, fin troppo
avverbi e locuzioni di giudizio o valutazione
-di affermazione
-di negazione
-dubbio
avverbi e locuzioni:
dove? quando? come? perché? come! quanto!
avverbio presentativo: ecco
Gli avverbi hanno tre gradi, come gli aggettivi qualificativi:

positivo: velocemente
comparativo di maggioranza, minoranza, uguaglianza: più velocemente, meno velocemente, tanto velocemente quanto
superlativo assoluto, relativo: velocissimamente, il più velocemente possibile.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email