Ominide 16919 punti

Aggettivi e pronomi: numerali, indefiniti e interrogativi


Esempio: Tre corridori stanno per raggiungere al traguardo, il quarto e il quinto hanno un minuto di ritardo sui primi.

Tre accompagna il nome (corridori): è un aggettivo numerale. Quarto, quinto, primi sostituiscono il nome: sono perciò dei pronomi numerali. Uno, tre, cinque, diciotto ecc. si chiamano aggettivi o pronomi numerali cardinali: essi indicano esattamente una quantità di cose, animali, persone. Primo, terzo, quinto, diciottesimo ecc. si chiamano aggettivi o pronomi numerali ordinali: essi indicano quale ordine occupano nella serie dei numeri le cose, animali, persone alle quali si riferiscono.

Esempio: A Ferragosto, in città ci sono poche persone: qualche straniero, qualche cittadino… Molti sono andati in ferie.

Poche, qualche sono aggettivi indefiniti; molti è un pronome indefinito. Si chiamano indefiniti, perché non precisano il numero. Aggettivi e pronomi indefiniti sono: poco, molto, troppo, tanto, parecchio, nessuno, uno (= un tale), ogni, alcuno, qualche, qualunque, qualsiasi. Solo pronomi indefiniti sono invece: ognuno, qualcuno, chiunque, nulla, niente, qualcosa.

Esempio: Chi bussa? Che cosa vuole costui? Quale preferisci? Quanto costa?

Sono tutte domande, che sono sostenute da pronomi interrogativi: chi? che cosa? quale? quanto? Alcuni di questi pronomi interrogativi possono diventare anche aggettivi e perciò accompagnare un nome. Es.: Che discorsi sono questi? = Quali discorsi…; quanti soldi hai in tasca? Quale matita usi?

Inserisci qui il titolo dell'appunto
Hai bisogno di aiuto in Grammatica per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email