Video appunto: Storia inventata su Harry Potter

Storia inventata su Harry Potter




Harry Potter si svegliò una mattina in un posto che non conoscevo affatto. era in una biblioteca piena di libri ma non era quella di Hogwarts. osserva tutta la stanza fino a quando vi do un ragazzino alto come lui, che gli chiese.se si era perso. per un secondo Harry rimase in silenzio quel ragazzino non aveva una faccia normale aveva una faccia deforme.
Il ragazzo si presentò e dichiarò di chiamarsi Auggie. Anche Harry Si presentò e gli chiese dove si trovava. Il ragazzino rispose che si trovavano a Londra. Harry gli chiese come tornare nel suo libro. Auggie rispose: “sei molto fortunato, oggi viene la scrittrice del tuo libro “. Harry gli chiese.se poteva venire. I due si incamminarono, a Harry stava molto simpatico Auggie, aveva la sua stessa età.

Auggie aveva già letto il primo libro di Harry, di cui Harry era molto fiero.
Non bisognava vedere la sua faccia ma si doveva conoscerlo nel profondo. Arrivarono a scuola:era molto diversa rispetto a Hogwarts. All’esterno incontrarono la scrittrice del libro di Harry che si chiamava Rowling. Lei vide la sua creatura cioè Harry, gli si avvicinò e Harry chiese come tornare nel libro. Harry Spiegò di essersi svegliato nel mondo reale. Allora la Rowling rispose che per tornare ad Hogwarts bisognava scrivere il secondo libro così che l'avventura di Harry potesse continuare. La Rowling era a scuola di Auggie per presentare il suo secondo libro.
Harry per ringraziare Auggy gli regalò il mantello dell’invisibilità ricevuto dal padre. I due si abbracciarono fortemente, poi Harry saluto la sua scrittrice che gli aveva donato la vita. Harry non si dimenticò mai di Auggie Così tornò nel dentro il suo nuovo libro. Dopo quel incontro la Rowling decise di non fermarsi con la saga e di continuare

Non giudicare le persone dall'aspetto...