Ominide 56 punti

Pamela è una ragazza di tredici anni che, fin da piccola, ha un sogno nel cassetto: diventare una ballerina. Quando all'età di otto anni iniziò le sue prime lezioni di danza, capì che quello sarebbe stato il suo futuro. Ma, avendo una difficile situazione economica in famiglia, sapeva che non poteva permetterselo, perciò aiutava in tutti i modi possibili i suoi genitori per riuscire a pagare almeno le lezioni di danza. Certo, tutto questo le costava fatica, a lei, ma anche ai suoi genitori: Claudio quarantenne, lavoratore da sempre in una fabbrica, la madre Lucia, trentottenne, che faceva assistenza ad una signora invalida che abitava nel suo stesso isolato. Lo stipendio che guadagnavano non era un granché, ma anche Pamela si rendeva disponibile per aiutarli in qualche modo. Un giorno le viene offerta la possibilità di tenere un provino per una parte in una scuola di danza vicino alla città e, in caso di vittoria, avrebbe potuto frequentare quella scuola di fama eccellente e pagarsi la specializzazione grazie alla borsa di studio vita anch'essa al provino. Questo era davvero un sogno per lei, ma aveva molta paura: paura di abbandonare la sua famiglia, paura di andare in un'altra città a lei sconosciuta, paura di abbandonare gli amici o di essere giudicata per le strade che avrebbe intrapreso.

Quest'opportunità offertasi all'età di tredici anni per lei era molto importante, motivo per cui alla fine Pamela decise di allenarsi.
Per riuscire a vincere quel provino, le rimanevano ancora sei settimane di tempo.
I suoi genitori furono molto contenti della sua scelta, perchè a loro dopotutto importava la felicità della loro figlia. Mancano pochi giorni all'esibizione che le avrebbe cambiato la vita; l' agitazione si fece molto sentire, ma la paura era solo un ricordo lontano ora. Ed ecco arrivare il giorno tanto atteso, la causa di molta fatica, di molto sudore, di molti allenamenti, di molte notti trascorse insonni, eliminando qualsiasi ostacolo o difficoltà.
Arrivata nella scuola dove avrebbe effettuato il provino, attende qualche minuto in un salone, prima di sentire nominare il suo nome e andare poi in un'enorme sala.
L'esibizione inizia. Appena terminata i giudici non possono nascondere la loro ammirazione.
Pamela aveva dato il meglio di sé stessa. Aveva fatto, finalmente, quello che aveva sempre sognato, e presto tutti lo avrebbero saputo, ma non aveva paura.

Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email