Ominide 2487 punti

Eugenio Montale: Vita e opere


Nasce nel 1896 a Genova e trascorre la giovinezza in Liguria, dove frequenta le scuole tecniche e si dedica allo studio del canto. Partecipa alla prima guerra mondiale come ufficiale di fanteria; subito dopo comincia a collaborare con riviste letterarie, frequentando intellettuali e poeti.
Nel 1925 firma il Manifeste degli intellettuali antifascisti; nel 1927 si trasferisce a Firenze, dove prima si impiega presso la casa editrice Bemporad, poi dirige il Gabinetto scientifico-letterario Vieusseux, da cui viene licenziato nel 1938 perché si rifiuta si aderire al partito fascista. Durante la seconda guerra mondiale ospita nella sua casa Umberto Saba e Carlo Levi, perseguitati per motivi razziali. Nel 1948 si trasferisce a Milano dove lavora come redattore, critico musicale e traduttore di poeti di lingua inglese.
Nel 1967 viene nominato senatore a vita e nel 1975 riceve il premio Nobel per la letteratura. Muore a Milano nel 1981. La prima raccolta di poesie di Montale è "Ossi di seppia" (1925), a cui seguono "Le occasioni" (1939). Dopo un lungo periodo di silenzio, Montale pubblica le raccolte "Satura" (1971), Diario del '71 s del '72 e Quaderno di quattro anni.
Tra le opere in prosa ricordiamo la raccolta "Farfalla di Dinard".
Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email