Genius 42015 punti

La nascita dei romanzo storico


Il romanzo storico nacque in Inghilterra all'inizio dell'Ottocento. Continuando la tradizione del romanzo realistico affermatasi nel Settecento, esso ne accentuò la tendenza alla concretezza, ambientando le vicende narrate in determinate epoche storiche del passato. D'altro canto, la Rivoluzione francese e i successivi movimenti nazionali avevano mostrato un aspetto nuovo della stona, vissuto in modo attivo e consapevole anche dagli umili e dai diseredati, postisi per la prima volta all'attenzione di pensatori, scrittori e uomini di cultura in genere. Il romanzo storico fu una delle espressioni più caratteristiche del Romanticismo.
Gli autori di romanzi storici guardarono con speciale interesse al Medioevo, inteso ora come periodo iniziale del processo storico che avrebbe condotto alla formazione delle moderne nazioni europee, ora come l'età modello di una società ideale pacificata sotto il potere congiunto della Chiesa e dell'Impero.

Una formula narrativa fortunata


La fortuna del romanzo storico perdura ancora a giorni nostri, grazie soprattutto alla forte attrattiva esercitata sul lettore dalla ricostruzione ambientale e di costume di epoche più o meno lontane, ideali per ambientarvi intriganti vicende d'amore e d'avventura o drammi di vita riferiti a temi di ri-flessione di valore universale (la morte, il dolore, la violenza, ecc.). Ovviamente è di fondamentale importarla per la buona riuscita dell'opera («un misto di storia e di invenzione», come ebbe a definirla Alessandro Manzoni) il conseguimento del giusto equilibrio tra la rigorosa ricostruzione dei fatti storici e la libertà della fantasia dello scrittore.
Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email