Ominide 2487 punti

Lorenzo De' Medici
La vita
Lorenzo De' Medici nasce a Firenze nel 1448 da Piero De' Medici e da Lucrezia Tornabuoni. Riceve un'educazione umanistica e fin da giovanissimo partecipa alla vita politica della città.
Alla morte del padre, avvenuta nel 1469, assume il governo di Firenze, insieme al fratello Giuliano e in pochi anni riesce ad accontentare tutto il potere nelle sue mani. Grazie alla sua capacità politica, Lorenzo pone fine ai numerosi conflitti tra le nobili famiglie fiorentine, assicurandosi il favore del popolo con un atteggiamento generoso e magnanimo.
Definito dai contemporanei "l'ago della bilancia della politica italiana" per la sua capacità di costringere alleanze, Lorenzo il Magnifico muore nel 1492: due anni dopo la penisola Italiana viene invase dalle truppe del re Francese Carlo VIII.
Oltre a essere un abile polito, Lorenzo De' Medici è anche un letterato che nel corso della vita sperimenta diversi generi: tra le sue opere ci sono poemetti comico-realistici come il "Simposio", "l'Uccellagione di starne" e "La nemicia a Barberino", dialoghi filosofici, opere di contenuto religioso e a raccolta di Rime che trattano spunto della poesia stilnovista.

Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email